SHALOM
mensile ebraico d'informazione e cultura
www.Shalom.it

Ed inoltre ...
Copertina
Yom Kippur: per l’Onu non è una festività religiosa Yom Kippur: per l’Onu non è una festività religiosa
Gli uffici dell’Organizzazione mondiale chiudono per le grandi ricorrenze cristiane e islamiche, ma non per il giorno più solenne dell’ebraismo. Una vergognosa discriminazione che deve finire.
di Alessandra Farkas


Israele
Elezioni: un referendum su “King Bibi” Elezioni: un referendum su “King Bibi”
Dopo due anni gli israeliani tornano alle urne, per un voto che suona come un referendum sulle politiche del premier Benjamin Netanyahu.
di Ariel David


Pensiero
Heidegger e il problema dell’antisemitismo ‘metafisico’ Heidegger e il problema dell’antisemitismo ‘metafisico’
Grazie al nuovo libro di Donatella di Cesare, si riapre il dibattito sul rapporto tra filosofia e ideologie razziste.
di Giorgio Israel


Pensiero
Elogio della normalità Elogio della normalità
Se anche uno su mille ce la fa, gli altri 999 possono essere delle persone altrettanto straordinarie.
di Clelia Piperno


Pensiero
Una fuga silenziosa Una fuga silenziosa
L'espulsione e la fuga degli ebrei dai Paesi arabi sono state una tragedia che ha cambiato una parte della diaspora e ha modificato il tessuto sociale.
di David Meghnagi


In questo numero ...
Copertina
L'anno è nuovo, ma l'Isis e l'Iran rimangono gli stessi
Se non prendiamo coscienza con coraggio ed onestà delle minacce che gravano sul mondo occidentale, attendiamoci un 2015 pieno di incognite.
di Fiamma Nirenstein
 
Copertina
L’illusione di chi crede che Israele sia un Paese riconosciuto dal mondo
Non vi è ‘amore’ per la causa palestinese, ma una fortissima antipatia della comunità internazionale per lo Stato ebraico, accusato e spesso isolato come nessuna altra democrazia.
di Ugo Volli
 
Copertina
Islamofobia non è una parolaccia
È la giusta reazione di fronte al silenzio dell’islam ‘moderato’ che non critica il terrorismo e il fanatismo islamico.
di Angelo Pezzana
 
Israele
Israele, è allarme povertà

Cresce il numero delle persone che ricorrono settimanalmente alla distribuzione di cibo gratuito. Ma quanti sono i poveri? È guerra dei numeri tra organizzazioni umanitarie ed enti governativi.

di Pierpaolo Pinhas Punturello

 
Pensiero
27 GENNAIO 2015: forse è tempo di aggiornare l’agenda
di Piero Di Nepi