SHALOM
mensile ebraico d'informazione e cultura
www.Shalom.it

Gennaio 2010 Clicca per vedere la versione online del giornale,
sfogliabile direttamente su internet



Clicca per vedere il numero speciale di Gennaio 2010,
sfogliabile direttamente su internet

In questo Numero
In Copertina
Il talismano della memoria
Il ricordo deve essere utile per costruire il nostro sapere.
di CORRADO AUGIAS


In Copertina
Luci ed ombre sul 27 gennaio Luci ed ombre sul 27 gennaio
A dieci anni dalla sua istituzione, Furio Colombo, che è stato il promotore della legge, ne trae un bilancio con un insegnamento: anche se ripetitiva, la memoria acquista valore per le nuove generazioni.

In Copertina
L’ipocrisia di celebrare il ricordo dei morti e non difendere gli ebrei vivi

 C’è poca coscienza ed informazione di quanto spaventosamente pericoloso sta avvenendo oggi contro israele e contro il popolo ebraic.

di GIULIO MEOTTI scrittore e giornalista de “il foglio”



Il Commento
L’equilibrio del terrore non funzionerà con Teheran L’equilibrio del terrore non funzionerà con Teheran
l’iran aspira ad un cambiamento radicale dell’intera area mediorientale

Israele
Luci ed ombre, successi ed insuccessi del mondo universitario israeliano

Convivono da un lato i premi nobel e le ricerche più sofisticate e importanti,
e dall’altro i tagli economici e la fuga dei cervelli all’estero

di SERGIO I. MINERBI



Israele
Tata Coraggio e il bambino salvato
il titolo di giusta tra le nazioni a sandra samuel, la bambinaia del piccolo moshè Holzberg rimasto orfano nell’attentato di mombay

Appunti
Non siamo soli Non siamo soli
gli appunti di Alain Elkann: solo il dialogo tra gli uomini e con dio può aiutarci nella ricerca della felicità

E Inoltre ...
In Copertina
Molte risposte per una sola terribile domanda: perché?
il mondo ebraico non smette di interrogarsi per cercare di comprendere le ragioni della shoà
 
In Copertina
Dubbi e sicurezze sull’utilità del Giorno della memoria
le opinioni di alcuni ex deportati, i soli che hanno il diritto di esprimere anche delle perplessità

il 27 gennaio del 1945 le porte di auschwitz si aprono e per molti, ebrei e non, fu la libertà. non per tutti, purtroppo.
in milioni non hanno potuto raccontare la deportazione e le atrocità subite. Qualcuno si è salvato, anche se diversi mesi
dopo quella data. Per la prima volta shalom ha raccolto le opinioni degli ex deportati, ponendo loro tre domande:
“che cosa r...
 
In Copertina
Tra vecchi e nuovi antisemitismi

E' lungo l’elenco di aggressioni al popolo ebraico, dal furto della scritta ad auschwitz, al rapporto Goldstone fino alla costante colpevolizzazione dello stato di israele

di FIAMMA NIRENSTEIN

 
L'Intervista
‘Il Clandestino’: un nuovo quotidiano senza elmetto e senza divisa
a guidarlo David Parenzo, il più giovane direttore d’Italia, insieme al vice direttore Pierluigi Diaco