SHALOM
mensile ebraico d'informazione e cultura
www.Shalom.it

Ed Inoltre...
In Copertina
Porta bene, porta male: tutto il mondo è paese Porta bene, porta male: tutto il mondo è paese
Dal ferro di cavallo al cornetto, dalla khamsa alla coda di volpe,
ogni cultura ha inventato un suo amuleto contro il malocchio


L'Editoriale
Ci vuole la pace, si, ma quella vera Ci vuole la pace, si, ma quella vera
A dieci anni dalla seconda intifada non c’è più spazio per accordi nominali o di facciata.
Il mondo arabo nella sua totalità deve riconoscere ad Israele il diritto ad una esistenza normale,
dove non sia un atto eroico salire sugli autobus, entrare in un bar, recarsi in un mercato.
di Fiamma Nirenstein


Attualità
I profughi non sono tutti uguali
I grandi finanziamenti internazionali
privilegiano palestinesi e afgani,
dimenticando congolesi,
pachistani e sudanesi


Israele
Fidel Castro non smette di sorprendere Fidel Castro non smette di sorprendere
Ad 84 anni il leader maximo esprime sostegno per Israele e critica duramente chi nega la Shoà Fidel Castro: “nessuno al mondo ha ricevuto lo stesso trattamento riservato agli ebrei” che sono sempre stati “accusati di ogni male”. Ecco perché gli ebrei “hanno condotto un’esistenza molto più difficile di chiunque altro”.
di DANIEL MOSSERI


Israele
Gerusalemme scopre un nuovo alleato: la Russia di Putin Gerusalemme scopre un nuovo alleato: la Russia di Putin
Firmato un accordo strategico-militare
di grande rilevanza: israele fornirà a mosca
il meglio della sua tecnologia.
di PIERO DI NEPI


In questo numero ...
In Copertina
Superstizione: una parola che nell’ebraico classico non esiste
Nella lingua moderna viene definita ‘una fede di poco conto’, quasi a sottolineare che non vale la pena di crederci. Le superstizioni esprimono un bisogno elementare umano, la ricerca di una soluzione semplice e rapida a domande e angosce che i sistemi di riferimento (sociali, tecnici, religiosi) non sono in grado di dare […] ora lo spirito originario della torà è contrario a tutto questo
 
In Copertina
L’occhio dello jodìo sprofonnò Gerusalemme?

Esiste il rischio di trasformare
un comportamento religioso
in un gesto magico,
dettato dalla superstizione

 
Israele
Il dialogo bloccato dalle rispettive paure e sospetti
Le trattative di pace tra israeliani e palestinesi si sono arenate
sulla richiesta di riconoscimento del carattere ebraico di Israele.
 
Israele
La mano dura di Hamas
con ondate di arresti e processi farsa, spesso conclusi con la pena capitale,
il regime integralista che governa Gaza cerca di consolidare il potere.
Per tutti i sospetti una sola accusa: collaborazione con il nemico
 
Israele
Nemmeno i morti hanno pace
Ogni centimetro di Gerusalemme è oggetto di una contesa religiosa,
ideologica e politica. Anche i cimiteri, come quello sul Monte degli Ulivi e di Mamilla,
possono diventare motivo di contrasto e di polemiche