SHALOM
mensile ebraico d'informazione e cultura
www.Shalom.it

Ed inoltre ...
Medio Oriente
La bomba atomica iraniana già esiste, si trova in Corea
Per molti analisti, Piongyang avrebbe già effettuato i test per conto del regime degli ayatollah

in Copertina
È importante vincere alle Olimpiadi, ma conta di più vincere nella vita È importante vincere alle Olimpiadi, ma conta di più vincere nella vita
Senza valori lo sport non è nulla. Lo spiega, in un’intervista esclusiva a Shalom, Pietro Mennea che ha chiesto ufficialmente al CIO di ricordare gli atleti israeliani uccisi a Monaco ‘72.
di JONATAN DELLA ROCCA


Medio Oriente
Da Mubarak a Morsi Da Mubarak a Morsi
La Fratellanza Musulmana dovrà gestire il cammino verso una transizione democratica. Ecco il difficile compito del neo Presidente egiziano stretto nella morsa di esercito e magistratura.
di NICOLA ZECCHINI


L'Editoriale
Sono antisemita. Che problema c’è? Mi hanno votato Sono antisemita. Che problema c’è? Mi hanno votato
Non sono più i singoli, ma intere classi politiche e leader di Paesi ‘democratici’ a dire che gli ebrei congiurano per dominare il mondo, controllano l’economia e i mezzi di informazione. Si giunge al paradosso di commmemorare gli ebrei morti, ma di attaccare quelli vivi.
di FIAMMA NIRENSTEIN


Israele
Siamo tutti eritrei, siamo tutti sudanesi Siamo tutti eritrei, siamo tutti sudanesi
Negli ultimi sette anni 61mila immigrati africani si sono rifugiati nei confini della terra di Israele e secondo calcoli approssimativi nei prossimi due anni il numero potrebbe salire a 80/90mila.
di PIERPAOLO PINHAS PUNTURELLO


Italia
Il racconto di un’epoca ma con una dimenticanza Il racconto di un’epoca ma con una dimenticanza
La separazione tra memoria dell’antifascismo e memoria della persecuzione antiebraica inizia ben prima della Guerra dei Sei giorni. Lo spiega ai lettori di Shalom Furio Colombo, presidente dell’Associazione “Sinistra per Israele”.
di FURIO COLOMBO


In questo numero ...
in Copertina
Berlino 1936 - Monaco 1972: quanto sono tristi le Olimpiadi in Germania
Prima Hitler, poi i terroristi palestinesi hanno usato il più grande evento sportivo per una visibilità planetaria.
di PIERO DI NEPI
 
in Copertina
La vendetta dopo la strage
Su decisione di Golda Meir, il Mossad formò un gruppo con licenza di uccidere.
Obiettivo: i dodici palestinesi organizzatori e mandanti dell’attacco a Monaco.
di LIA TAGLIACOZZO
 
in Copertina
No al minuto di silenzio: “vogliamo evitare lacerazioni”
Mario Pescante, fino a pochi mesi vicepresidente del Comitato Olimpico Internazionale, difende la decisione del Cio. La commemorazione delle vittime israeliane “può riattizzare il fuoco”.
di DANIEL BENYOSEF
 
in Copertina
Quell’antisionismo nello sport che non dà fastidio a nessuno
Il boicottaggio di Israele o il rifiuto arabo di giocare con atleti dello Stato ebraico sono azioni di delegittimazione che non sono mai state punite.
di MICOL ANTICOLI
 
in Copertina
Nazionale di calcio: la vittoria più bella
La visita al campo di sterminio di Auschwitz è un gesto di alto valore educativo.
di G.K.