Skip to main content

Ultimo numero Maggio-Giugno 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Cultura

    All’asta la Bibbia di Shem Tov

    Annunciata da Sotheby’s la vendita all’asta della Bibbia di Shem Tov con stima record fra i 5 e i 7 milioni di dollari. Il prezioso manoscritto miniato è stato realizzato nel 1312 dal cabalista e studioso Rabbi Shem Tov Ibn Gaon a Soria, Castiglia. “La Bibbia di Shem Tov è stata a lungo riconosciuta come un tour de force dell’erudizione biblica e cabalistica e costituisce un monumento alla tradizione spagnola medievale della miniatura della Bibbia ebraica – ha affermato Shaul Sedler- Feller, specialista di Sotheby’s – Questo manoscritto ha un fascino irresistibile, che deriva non solo dalla sua storia e dalla sua bellezza, ma anche dai misteri cabalistici conservati al suo interno”. Grazie ai suoi numerosi riferimenti, la Bibbia di Shem Tov è, inoltre, una preziosa testimonianza del Codex Hilleli, il leggendario manoscritto ora perduto risalente al 600. “Era chiaro da tutte le numerose note a lato che [Shem Tov] stava facendo tutto il possibile, controllando molti manoscritti, per garantire l’accuratezza della Bibbia”, ha detto Sharon Liberman Mintz, specialista di Sotheby’s al quotidiano Barron’s. Secondo l’esperta, il termine “miniato” allora si riferiva a tutti i manoscritti medievali adornati con “bellissimi e ricchi pigmenti” come foglie d’oro e d’argento, ma che oggi il termine è usato per descrivere tutti i manoscritti ebraici medievali decorati. Oltre ad essere miniate, le decorazioni della Bibbia sono speciali in quanto “combinano l’estetica artistica dei mondi cristiano, islamico ed ebraico”, ha detto Mintz. Shem Tov scrisse originariamente il manoscritto come sua Bibbia personale per lo studio, ma dopo la sua morte andò perduta per secoli finché non fu registrata tra i possedimenti della famiglia Seror a Tripoli nel XIX secolo. Il manoscritto fu poi acquistato dal collezionista David Solomon Sassoon nel 1909, prima che la sua famiglia lo vendesse a Sotheby’s negli anni ’70, secondo quanto riferito da Barron’s. Fu venduta di nuovo nel 1984 e poi nel 1994. La Bibbia di Shem Tov sarà esposta da Sotheby’s a New York dal 21 al 26 giugno e dal 5 al 9 settembre prima di essere messa all’asta il 10 settembre.

    CONDIVIDI SU: