Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Fauda 4 è la serie più vista in Libano

    Dopo una lunga attesa finalmente la quarta stagione della serie israeliana Fauda ha debuttato venerdì scorso su Netflix in tutto il mondo, dopo essere stata trasmessa qualche mese fa in Israele su YES. Inutile dire che la serie ha già raggiunto un grande successo in molti paesi. Nella stagione corrente gli agenti sotto copertura si ritrovano ad affrontare una nuova missione in Belgio e in Libano.

    Ciò che ha sorpreso l’opinione pubblica è che la fortunata serie israeliana si è ritrovata al primo posto nelle classifiche Netflix in Libano, dove si svolge gran parte della trama, negli Emirati Arabi Uniti, in Romania, in Repubblica Ceca e in Grecia.  Secondo posto nelle classifiche di India, Italia, Polonia e Paesi Bassi; al terzo posto in Francia e Kenya. Rientra nella top ten delle serie più viste anche in Belgio, dove gran parte degli episodi è ambientato. 

    Ma cosa succede nella quarta stagione?

    Questa volta gli agenti sotto copertura si trovano ad affrontare alcune missioni in una serie dì luoghi situati fuori dai confini israeliani. La stagione precedente aveva lasciato i telespettatori con l’immagine dell’amato protagonista, Doron Kabilo, che si trovava a fronteggiare i sensi di colpa dovuti alla morte del suo compagno di squadra. Ma soprattutto quel senso di rabbia provocato dalla sua rimozione dall’unità degli agenti sotto copertura.

    Secondo una recensione fatta da Walla!  scritta dopo la messa in onda della prima puntata “il passaggio dalle strade affollate del campo profughi di Jenin alle strade verdi di Bruxelles evidenzia l’approccio pulito di Fauda al conflitto. Gli elementi europei costituiscono un ostacolo burocratico tra le forze di sicurezza israeliane e i  terroristi. Non puoi agire liberamente in Belgio senza l’Alta Corte e senza B’Tselem”.

    CONDIVIDI SU: