Skip to main content

Ultimo numero Maggio-Giugno 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Le polpette napoletane in salsa “Jewish” e l’arte di arrangiarsi

    Ricordo che da piccola qualcuno mi raccontò la barzelletta sulla differenza tra una madre non ebrea e una yiddishe mame. La prima incita il figlio a finire il suo pasto minacciando di ucciderlo, la seconda, senza mezze misure, di uccidersi.

    Posso, per esperienza personale, affermare che la mamma ebrea napoletana è una yiddishe con il mare negli occhi e il sale tra i capelli. Lotta contro il calore ed il traffico ed invece di piangersi addosso si arrangia. Ebbene si l’arte di arrangiarsi nasce tra i vicoli napoletani e si riflette sulle tavole apparecchiate. 

    A questa arte la madre ebrea napoletana deve aggiungere il livello di difficoltà dato dalle regole alimentari, ed è così che nascono ricette dall’essenza partenopea in chiave “jewish”. Oggi si definirebbe cucina Fusion, a casa mia si chiama il meglio del meglio.

    Le polpette napoletane ne sono un classico esempio. La ricetta kosher è un arrangiamento di quella tipica, ma ne conserva la bontà e la praticità.

    Polpette napoletane- ebraiche (provare per credere)

     

    INGREDIENTI:

    500 gr di carne macinata di manzo

    50 gr. di mollica di pane duro 

    2 uova 

    1 spicchio di aglio grattugiato

    un cucchiaio di pinoli

    un cucchiaio raso di uva passa

    300 ml di olio di semi per friggere

    2 cucchiai di olio extravergine di oliva 

    Prezzemolo fresco tritato

    pepe (facoltativo)

    sale quanto basta

     

     

    PREPARAZIONE:

    Lasciate il pane in ammollo in latte di Soya o magari brodo vegetale per circa 15/20 minuti.

     

    Successivamente strizzatelo il meglio che potete ed aggiungetelo al resto degli ingredienti fatta eccezione per l’olio di oliva.

     

    Mischiate bene con le mani e se l’impasto dovesse risultare troppo liquido aggiungete a scelta un poco di farina o di pan grattato.

     

    L’olio di oliva vi servirà per ungervi le mani e modellare le polpette

     

    A questo punto formate delle polpette di media grandezza che metterete su di una teglia coperta di carta da forno e le lasciate in frigorifero per circa mezz’ora.

     

    Fate riscaldare l’olio in una padella dai bordi alti e friggetele per circa 5 minuti (il tempo dipende dalla grandezza delle polpette)

     

    Scolate su carta assorbente e servite, oppure conservatele e portatevele in gita.

    CONDIVIDI SU: