Skip to main content

Ultimo numero Marzo-Aprile 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Torna il Salone del Libro di Torino 2022. Libri ed ebraismo alla Kermesse letteraria

    A Torino torna il Salone Internazionale del Libro  con un’edizione dal titolo “Cuori Selvaggi”. Al centro dell’attesissima kermesse letteraria vi è il cambiamento climatico, assieme ad altri importanti temi di attualità. L’ appuntamento culturale, ormai consolidato nella città torinese, aprirà ufficialmente le sue porte all’interno del Lingotto Fiere dal 19 al 23. Un’occasione unica per gli amanti della lettura in tutte le sue forme.

     

    Un concerto dal vivo la sera di mercoledì 18 maggio farà da pre inaugurazione del Salone del Libro. Realizzato da Rai Radio3 in collaborazione con il Salone, si terrà in diretta dall’Auditorium Rai Arturo Toscanini di Torino.  Il concerto sarà seguito dalla lectio magistralis dello scrittore indiano Amitav Ghosh, che il giorno dopo, aprirà ufficialmente il programma del Salone in collaborazione con la casa editrice Neri Pozza.

     

    Tra gli stand e gli appuntamenti culturali l’editoria ebraica è ormai un ospite fissa del Salone del Libro. Il 19 maggio si aprirà con “I bambini liberati ad Auschwitz”, la storia di 56 bambini deportati e liberati dal Campo, che avrà luogo nella Sala Azzurra, con Roberto Forte, Lidia Maksymowicz, Jadwiga Pinderska-Lech e Anna Skrzypińska, in collaborazione con l’Associazione Treno della Memoria e Museo Nazionale del Campo di Auschwitz-Birkenau. Il 22 maggio l’autore israeliano Eshkol Nevo alle 16.00 parlerà del suo ultimo romanzo “Le vie dell’Eden” (Neri Pozza Editore). Interverranno Annalena Benini e Flavio Gregori, in collaborazione con Festival Incroci di Civiltà e Ufficio Culturale dell’Ambasciata d’Israele in Italia.

     

    La narrativa ebraica sarà anche presente tra gli stand delle tante case editrici, come La Nave di Teseo, che ha pubblicato libri di enorme successo come quelli di Edith Bruck ed Elena Loewenthal; o Neri Pozza, casa editrice degli amati romanzi di Eshkol Nevo e Romain Gary. Tra i coloratissimi e ricchi stand di libri presenti al Lingotto ci sarà anche la casa editrice ebraica Giuntina, con le nuove uscite, come “Canaglia” di Itamar Orlev, già acclamato dalla critica, e con i grandi classici della letteratura ebraica, da Kafka a Wiesel, passando per Sacks. Tra gli eventi, organizzati da Giuntina, lunedì 23, la scrittrice inglese Keren David autrice del romanzo “Le cose che ci fanno paura” incontrerà i ragazzi delle scuole per dialogare con loro. 

     

    Tanti ospiti e appuntamenti saranno presenti al Salone, un’occasione perfetta per dialogare, incontrarsi e riflettere sulle tematiche più delicate e urgenti del momento, attraverso i libri e la letteratura. Dopo la pausa “forzata” degli ultimi due anni, dovuta all’emergenza Covid-19, il Salone Internazionale torna con cinque giorni densi dedicati interamente alla letteratura e alle arti.

     

    CONDIVIDI SU: