Skip to main content

Ultimo numero Maggio-Giugno 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Le città tedesche proiettano immagini di sinagoghe distrutte per ricordare la notte dei cristalli

    Circa 18 comuni in Germania e in Austria hanno deciso di esporre alcune immagini degli edifici ebraici, rappresentati nelle loro posizioni posizioni originali, per ricordare l’83° anniversario del pogrom antisemita del 1938 che porto alla distruzione, in una notte, della maggior parte degli edifici ebraici.

     

    Anche alcune città austriache hanno aderito al progetto. In totale, 18 città hanno contrassegnato la giornata con i display pieni di immagini di sinagoghe e altre attività ebraiche.

     

    Il capo del Consiglio centrale degli ebrei della Germania, che ha organizzato le ricostruzioni virtuali insieme al World Jewish Congress, ha notificato con preoccupazione che la conoscenza degli eventi che hanno contraddistinto la Kristallnacht – la notte dei cristalli- sta diminuendo.

     

    “Il  terribile pogrom del 1938, che all’epoca non provocò proteste diffuse da parte dei cittadini, dovrebbe essere sempre ricordato in Germania come un monito” ha detto Josef Schuster.

     

    Il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier ha commemorato l’83° anniversario della Kristallnacht , definendola “quando i nazisti, tra cui molti tedeschi comuni, terrorizzarono gli ebrei in tutta la Germania e l’Austria”

     

    In un discorso a Berlino, Steinmeier ha parlato del 9 novembre del ‘38. Ricordando la ferocia nazista che portò all’uccisione di almeno 91 persone, la vandalizzazione di circa 7.500 proprietà ebraiche e il rogo di più di 1.400 sinagoghe.

     

    Il 9 novembre 1938 è stato ricordato anche in Austria.  Martedì pomeriggio, il paese  ha inaugurato un “Muro dei ricordi” nella città di Vienna, un memoriale con scritti i nomi di 64.000 ebrei austriaci assassinati durante la Shoah.

    CONDIVIDI SU: