Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Inaugurato il Padiglione Israele al CyberTech Europe 2023: protagonista l’IA nella cybersecurity

    Inaugurato martedì mattina il Padiglione Israele presso il CyberTech Europe 2023, la più importante conferenza-esposizione europea sull’industria cyber, organizzata in collaborazione con Leonardo e giunta quest’anno alla sua quinta edizione. Per l’occasione l’Ambasciata dello Stato d’Israele, Paese leader nel settore, ha organizzato un proprio padiglione, dove ha ospitato numerose start-up, tra cui figuravano imprese come AimBetter, Cinten, ItsMine, Orchestra Group, Perception Point, Rescana, Seraphic Security, Sling e Symmetrium. Altre società più affermate, come Checkpoint, CyberArk, Cybergym, SentinelOne, Terafence e XM Cyber, hanno invece allestito i propri boots.

    La maggior parte di queste aziende sono accomunate da un innovativo uso dell’intelligenza artificiale associato alla cybersicurezza: sono infatti numerose le minacce che aziende e governi devono affrontare, a partire dal furto dei dati sensibili. Le start-up israeliane invitate in questa rassegna utilizzano le enormi potenzialità dell’IA sia per prevenire che per contrastare i numerosi attacchi hacker a cui sono soggette ormai quasi tutte gli enti pubblici e privati.

    “La cooperazione tra Italia e Israele nel campo della cybersicurezza è intensa, sia a livello istituzionale che privato, e va rafforzandosi sempre più” ha esordito l’Ambasciatore Alon Bar durante la cerimonia di inaugurazione del Padiglione Israele. “Lo Stato ebraico è lieto di poter condividere la sua esperienza e le sue soluzioni più all’avanguardia con l’Italia, perché le minacce senza confine del nostro mondo interconnesso si vincono soltanto collaborando” ha aggiunto. 

    “La sinergia tra l’ecosistema Israeliano e l’Italia è notevole. Ci sono molte opportunità di collaborazione tra i due governi e tra i mercati dei due Paesi” ha dichiarato Amir Rapaport, fondatore di CyberTech.

    “Le nostre 10 startup hanno già tenuto oltre 100 meeting con realtà italiane, tra cui aziende, infrastrutture critiche, enti nel settore della sanità e molto altro ancora” ha sottolineato Ophri Zohar Hadar, Capo dei Settore Cyber, Fintech and Insurtech presso l’Israel Export Institute.

    CONDIVIDI SU: