Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    INNOVAZIONE

    Una startup israeliana vince la più grande competizione di EdTech al mondo

    È israeliana la startup vincitrice del Global EdTech Startup Awards, la più grande competizione internazionale al mondo nell’ambito delle tecnologie e dei servizi del settore educativo. Il concorso si è svolto a Londra e ha coinvolto 134 Paesi e circa 6 mila startup nel campo dell’EdTech – ‘Education Technology’, ossia l’insieme degli strumenti digitali che supportano il processo educativo, con l’obiettivo di massimizzare la qualità dell’esperienza di apprendimento.
    L’azienda israeliana si chiama Storywizard ed è stata fondata solo un anno fa da Ofir Kerker e Nadav Yaron. La piattaforma sviluppata dalla startup consente il coinvolgimento diretto degli studenti perché attraverso la tecnologia dell’intelligenza artificiale sono loro stessi a creare storie che catturano la loro immaginazione con immagini vivide e trame divertenti. Inoltre, il programma permette il monitoraggio dei progressi e l’adeguamento delle attività a livello individuale. “Il nostro prodotto utilizza tecnologie avanzate di AI. – ha spiegato Kerker – I giovani creano, modificano e illustrano le proprie storie su ciò che a loro interessa”.
    L’efficacia della piattaforma è dimostrata dal fatto che il suo programma è già utilizzato da oltre 1.500 scuole in tutto il mondo. “La piattaforma consente agli studenti di realizzare storie complete e in conformità con il quadro educativo definito dall’insegnante”, hanno affermato i produttori.
    Nonostante sia stata creata da poco tempo, la startup Storywizard ha già vinto il concorso per i contenuti digitali del Ministero dell’Istruzione israeliano e la sua piattaforma è stata integrata in centinaia di scuole israeliane dallo scorso settembre.

    CONDIVIDI SU: