Skip to main content

Ultimo numero Marzo-Aprile 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Addio al rabbino Haim Drukman: “il leader religioso che ha dedicato la sua vita al popolo ebraico”

    È morto a Gerusalemme all’età di 90 anni il Rabbino Haim Drukman a causa di
    complicazioni dovute al Covid. Drukman ha rappresentato una delle figure più
    importanti del sionismo religioso e una guida spirituale.

     

    Era il più anziano leader religioso-sionista, nel corso della sua vita ha
    guidato varie organizzazioni come l’Or Etzion Yeshiva, le Yeshivot e le Ulpanot
    del movimento Bnei Akiva, di cui è stato punto di riferimento spirituale. Nel
    1977 divenne deputano alla Knesset del partito nazionale religioso, ricoprendo
    anche il ruolo di viceministro. Ha servito la politica israeliana per 14 anni.
    “Un uomo modello, un padre di famiglia, un grande leader nella Torah, un
    uomo di educazione e azione spirituale” hanno scritto i rappresentati del
    Bnei Akiva nel loro messaggio di cordoglio.

     

    Nato nel 1932 in Polonia, nella città di Kuty, Drukman scampa alla Shoah
    nascondendosi con i suoi genitori. Nel ’44 fugge dall’Europa e si trasferisce
    nella Palestina mandataria. Si dedica allo studio in Yeshivà e si arruola nelle
    forze di difesa israeliane Nahal. Dopo il servizio militare rabbino studia a
    Gerusalemme al Mercaz Harav Yeshiva, importante istituzione del movimento
    religioso sionista, sotto la guida del rabbino Zvi Yehuda Kook. Oltre ad aver
    guidato importanti istituzioni religiose, il rabbino Drukman è stato il Maestro
    di alcuni leader israeliani, tra cui Benny Gantz e l’ex capo del Mossad Yossi
    Cohen.

     

    “Oggi si è spenta una grande luce d’amore per Israele” ha
    affermato Benjamin Netanyahu nel suo messaggio di cordoglio. “Ha dedicato
    la sua vita allo Stato d’Israele e al popolo ebraico”, ha detto il
    presidente Isaac Herzog nel suo messaggio aggiungendo “la Torah di
    Israele, il popolo di Israele e la Terra di Israele stavano davanti ai suoi
    occhi giorno dopo giorno, ora dopo ora”.

    CONDIVIDI SU: