Skip to main content

Ultimo numero Maggio-Giugno 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Eliminato in un’operazione a Jenin il terrorista sospettato di essere l’assassino dei fratelli Yaniv

    Con un’operazione congiunta nel cuore di Jenin, l’esercito israeliano, lo Shin Bet e la polizia di frontiera hanno trovato e ucciso durante uno scontro a fuoco il terrorista Abdel Fattah Hussein Kharousha, sospettato di essere l’assassino dei due fratelli israeliani, Hallel e Yagel Yaniv, lo scorso 26 febbraio. Durante il raid tre agenti dell’Unità antiterrorismo della polizia (YAMAM), sono stati feriti, di cui uno moderatamente.

     

    Lo Shin Bet ha dichiarato che il 49enne era un membro di Hamas del campo profughi di Askar vicino a Nablus. Il terrorista, secondo quanto emerso dalle indagini, sarebbe stato aiutato dai suoi figli nella pianificazione e la realizzazione dell’attacco a Huwara. I due sono stati arrestati in mattinata dall’IDF.

     

    Nell’operazione a Jenin secondo quanto riferiscono i funzionari palestinesi almeno sei persone sono state uccise nei combattimenti e altre 12 sono rimaste ferite. Non è stato immediatamente chiaro se tutti fossero coinvolti nello scontro a fuoco, ma l’esercito e la polizia hanno affermato che le forze sono state sottoposte a “massicci colpi di arma da fuoco” da un certo numero di uomini armati palestinesi che avrebbero sparato contro le forze da un’ambulanza. Inoltre l’’ala locale della Jihad islamica palestinese ha dichiarato che i suoi membri hanno aperto il fuoco e anche lanciato esplosivi contro le forze israeliane a Jenin.

     

    Nel pomeriggio di ieri il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha elogiato le forze di sicurezza dopo l’operazione. “I soldati dell’IDF, dello Shin Bet e dello YAMAM hanno eliminato oggi l’abominevole terrorista che ha ucciso a sangue freddo i due fratelli Hallel e Yagel Yaniv. – ha dichiarato attraverso un video messaggio – I nostri valorosi guerrieri hanno operato chirurgicamente nel cuore della tana degli assassini. Li lodo e mando auguri di guarigione ai tre feriti. Come ripeto più e più volte: chiunque ci ferisce, il suo sangue è sulla sua testa”.

     

    In reazione all’uccisione del terrorista Huwara, anche il presidente del Consiglio regionale della Samaria Yossi Dagan ha commentato la notizia. “Ho parlato con i comandanti e mi sono congratulato con loro e attraverso di loro i nostri coraggiosi guerrieri, che in pieno giorno, durante Purim, hanno eliminato, nel cuore di Jenin, il terrorista che ha ucciso Hallel e Yagel Yaniv a sangue freddo”.

    CONDIVIDI SU: