Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Eurovision Song Contest 2019 non sarà più a Gerusalemme ma a Tel Aviv

    Sarà la
    città di Tel Aviv ad organizzare l’edizione 2019 dell’Eurovision Song Contest:
    lo ha reso noto il municipio della città dopo aver appreso della scelta
    compiuta dall’Ente europeo per le trasmissioni (Ebu) e dall’autorità israeliana
    per i programmi radio-televisivi (Kan). Tel Aviv ha così prevalso sulla sua
    principale rivale, Gerusalemme, che pure si era offerta di ospitare la
    competizione, assegnata ad Israele in seguito alla vittoria della cantante
    Netta Barzilai nel Song Contest 2018, tenutosi in Portogallo. “Tel Aviv –
    ha rilevato il municipio – è il maggiore centro culturale e finanziario di
    Israele. E’ un hub internazionale di arte e di creatività, di commercio, di
    media e di istituti accademici. E’ una città che celebra il pluralismo e la tolleranza”.
    La ministra della cultura Miri Regev (Likud) ha espresso disappunto per la
    mancata assegnazione della competizione a Gerusalemme “che è la nostra
    capitale”. Ha però assicurato che il suo ministero sosterrà egualmente Tel
    Aviv affinché riesca nella prova che la aspetta. Probabile che nella scelta
    abbiano anche prevalso considerazioni di carattere religioso, poiché la
    manifestazione internazionale di musica si terrà (specie per le prove del
    giorno prima) durante le ore dello Shabbat, giorno di assoluto riposo, e che
    aveva suscitato già le proteste e le critiche di molti religiosi. A Tel Aviv si
    attende l’arrivo nel maggio 2019 di 20 mila turisti. 

    CONDIVIDI SU: