Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Giovani israeliani organizzano il matrimonio a un soldato francese

    A Mevo Dotan, in Samaria, i residenti hanno organizzato il matrimonio di un giovane soldato francese di stanza nella locale base militare.

    Yohan Shish aveva progettato di sposarsi con Sara Farhi, ma ha dovuto rimandare il matrimonio dopo l’attentato di Hamas del 7 ottobre seguito dallo scoppio della guerra. Sono stati i residenti della cittadina ad aiutare i due ragazzi a realizzare il loro sogno di unirsi in matrimonio, organizzando la celebrazione. 

    Gli abitanti più giovani di Mevo Dotan hanno pianificato ogni dettaglio con una cura meticolosa: dalla kuppah alle partecipazioni, come racconta il Jerusalem Post. La famiglia Shish è giunta dalla Francia per partecipare all’evento.

    La sposa, commossa, ha dichiarato al Jerusalem post: «Non abbiamo parole. Sentiamo che è stato un matrimonio dell’intero popolo di Israele. Ci ha dato forza e luce». Anche lo sposo ha condiviso la sua gratitudine, sottolineando l’importanza dell’unione in giorni così difficili: «Per noi è stato importante sposarci in questo periodo perché i terroristi sono venuti a ucciderci e a distruggere le nostre case, mentre noi scegliamo di vivere. Abbiamo scelto di costruire una famiglia, oltre a combattere e distruggere il nemico. Questa è la miglior risposta per il popolo israeliano».

    Il sindaco di Mevo Dotan, Eitan Gorman, ha condiviso la sua emozione nel vedere i giovani volontari organizzare il matrimonio e impegnarsi in varie opere di sin dallo scoppio della guerra: «Siamo fortunati che questi sono i nostri figli» ha dichiarato con orgoglio.

    CONDIVIDI SU: