Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Il ministro del Turismo israeliano in Arabia Saudita: è il primo membro dell’esecutivo in visita ufficiale

    Israele e Arabia Saudita si avvicinano sempre di più. Il ministro del Turismo Haim Katz e il suo entourage sono atterrati ieri a Riyadh per partecipare ad una conferenza organizzata dall’Organizzazione mondiale del turismo delle Nazioni Unite (OMT). Katz è così diventato il primo membro dell’esecutivo israeliano a effettuare una visita pubblica in Arabia Saudita.

    La prossima settimana inoltre, ha rivelato Katz attraverso il suo ufficio, il ministro delle Comunicazioni Shlomo Karhi visiterà l’Arabia Saudita insieme al presidente della commissione per gli affari economici della Knesset, il parlamentare David Bitan, per la Exceptional Posts Conference di quest’anno.

    “Il turismo è un ponte tra le nazioni. La cooperazione nel campo del turismo ha il potenziale per unire i cuori e favorire il progresso economico”, ha affermato in una nota il ministro del Turismo. “Lavorerò per far avanzare la cooperazione, promuovere il turismo e le relazioni estere di Israele” ha sottolineato. 

    Negli ultimi mesi, infatti, ha lavorato per rafforzare la posizione di Israele nell’OMT, dove è stata scelta, insieme alla Spagna, per guidare una task force per modellare il concetto di turismo globale dell’organizzazione. È la prima volta che lo Stato ebraico viene eletto per una posizione ufficiale all’ONU.

    La visita a Riyadh del ministro del Turismo si colloca all’interno di un contesto di intensificazione dei rapporti tra Israele e l’Arabia Saudita, che sembrano avvicinarsi sempre più a un accordo di normalizzazione. 

    All’inizio di questo mese, per la prima volta, una delegazione israeliana si è recata nel regno saudita per a un incontro organizzato dall’UNESCO. Mentre all’inizio di settembre, una delegazione di atleti israeliani ha preso parte ai Campionati mondiali di sollevamento pesi IWF 2023, in vista della qualificazione per le Olimpiadi di Parigi del 2024. Nel mese di luglio invece, una squadra israeliana ha partecipato all’annuale Coppa del Mondo FIFA in Arabia Saudita, una competizione in cui i partecipanti si sfidano nella versione più recente del popolare videogioco di calcio.

    CONDIVIDI SU: