Skip to main content

Ultimo numero Marzo-Aprile 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Israele: dal 1° giugno fine alle limitazioni anti-Covid

    Grazie al successo della campagna di immunizzazione, che ha raggiunto record assoluti, il ministro della Sanità Yuli Edelstein ha reso noto che dal 1° giugno Israele revocherà quasi tutte le limitazioni anti-Covid. “Il Paese sta tornando alla normalità” – ha annunciato il ministro Edelstein – “Meno di sei mesi fa abbiamo cominciato a vaccinare. Grazie all’ottimo lavoro degli operatori del sistema sanitario e all’eccellente mobilitazione da parte dei cittadini israeliani, stiamo portando avanti la migliore campagna di vaccinazione al mondo”. (da Ynet)

    Da giugno non saranno più richieste prove dell’avvenuta vaccinazione o distanziamento sociale nei luoghi pubblici: rimarrà, però, l’obbligo della mascherina sui mezzi pubblici e nei luoghi al chiuso fino a nuova decisione. 

    Tuttavia “il Ministero della Sanità” – continua Edelstein – “sta lavorando per mantenere il livello di morbilità basso e sta monitorando la situazione per prevenire focolai della malattia. In caso di nuova epidemia saranno reintrodotte tutte le misure restrittive”.

    Rimarranno in vigore le misure cautelative sugli ingressi e le uscite da Israele, “e potrebbero anche essere irrigidite”, ha dichiarato il ministro, per evitare il diffondersi di nuove varianti nel Paese.

    La straordinaria campagna di vaccinazione ha ridotto i casi giornalieri (sulla base della media settimanale) da 8.600, nel momento peggiore dell’epidemia, a 27 della scorsa settimana.  In Israele oltre cinque milioni di persone, su 9,3 milioni totali, hanno ricevuto entrambe le dosi (55% della popolazione). 

    Il tasso di positività è rimasto stabile allo 0,2% nelle ultime due settimane, nonostante la riapertura dell’economia e del sistema scolastico.  Israele a breve inizierà a vaccinare anche gli adolescenti di età compresa tra 12 e 15 anni, dopo l’autorizzazione della Food and Drug Administration (FDA) statunitense alla somministrazione del vaccino Pfizer BioNTech.

    CONDIVIDI SU: