Skip to main content

Ultimo numero Marzo-Aprile 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Israele: Per la prima volta dopo mesi oltre 10.000 casi COVID

    Anche in Israele il COVID continua a diffondersi senza tregua, e la variante Delta peggiora le cose. Ormai è un dato certo. Sabato scorso si è arrivati ad oltre 10.000 casi COVID nel Paese. E’ la prima volta che si raggiunge un numero così alto dopo mesi. 

     

    Su 169 pazienti attualmente ricoverati, 89 sono in gravi condizioni.  Il Ministero della Salute ha riferito che nel fine settimana sono stati diagnosticati oltre 2.100 nuovi contagi, con un tasso di infezione attualmente pari all’1,66%.

     

    Il bilancio delle vittime dall’inizio della pandemia è di 6.458.  Il Ministero della Salute aveva detto lo scorso giovedì che l’efficacia del vaccino di Pfizer nella prevenzione dell’infezione è scesa al 39%, ma l’efficacia contro le manifestazioni gravi della malattia resterebbe ancora alta. Nel report del Ministero si aggiunge che anche l’efficacia del vaccino nella prevenzione di manifestazioni gravi è diminuita, ma è comunque ad oggi al 91%. L’efficacia nella prevenzione dei ricoveri tra i vaccinati è all’88%. La variante Delta sembra essere responsabile dell’aumento dei contagi in tutto il paese.

    CONDIVIDI SU: