Skip to main content

Ultimo numero Marzo-Aprile 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Israele: primo test di ‘taxi volanti’ autonomi

    In
    arrivo una vera e propria rivoluzione nel trasporto aereo e nella mobilità urbana.
    È il taxi volante senza pilota. A tal scopo undici aziende, nell’ambito
    dell’Israel National Drone Iniziative – una partnership tra enti governativi e
    autorità per l’aviazione civile del Paese – hanno effettuato i primi test
    necessari per la messa a punto dei nuovi velivoli elettrici a decollo e
    atterraggio verticali ad uso autonomo (gli eVTOL,
    acronimo di electric vertical
    take-off and landing aircraft
    ).

    “Il
    velivolo in fase di prova sarà in grado di evitare gli ingorghi stradali e decongestionare
    il trasporto, seguendo allo stesso tempo i sistemi di gestione del traffico
    aereo”ha affermato Orly Stern, Ceo delle Autostrade di Ayalon.

    L’obiettivo
    non è solo agevolare le aree molto trafficate, ma anche trasportare merci,
    fornendo servizi commerciali e pubblici in modo più efficiente, allo scopo di
    portare alle aziende israeliane un vantaggio competitivo globale.

    “Il
    progetto di collaborazione – ha detto Il ministro dei Trasporti Miri Regev – esamina
    tutti gli aspetti, inclusa la regolamentazione coinvolta nell’operazione
    commerciale dei droni, come strumento aggiuntivo per affrontare il traffico”.

    “Per
    noi è un mondo nuovo, appassionante e stimolante, con possibilità illimitate. –
     ha aggiunto Regev – Faremo di tutto affinché Israele continui a essere in
    prima linea nella ricerca e nello sviluppo mondiale su terra, aria e mare”.

    Tra
    i veicoli aerei testati c’è Air Zero, progettato e prodotto in Israele, che può
    ospitare fino a due passeggeri, trasportare un carico massimo di 220 kg fino a
    una distanza di 160 Km.

    L’azienda
    Dronery Fly, filiale di Cando Drones, ha testato il velivolo EH216-S di Ehang,di
    produzione cinese, partito dalla piattaforma di Pal-Yam a Cesarea, che può
    trasportare due passeggeri, un carico di 220 kg, con un’autonomia di 35 km.

    Cando
    Drones ha condotto voli di consegna, voli notturni nella fascia costiera di
    Hadera in collaborazione con il comune e attività di monitoraggio del traffico.

    Finora
    Down Wind ha condotto il volo più lungo dell’iniziativa, aprendo una
    traiettoria di volo tra l’Hillel YaffeMedical Center e il Rambam Medical
    Center.

    Nei
    prossimi due anni, le aziende partecipanti all’iniziativa effettueranno voli di
    prova in tutto il Paese per una settimana al mese. I test si svolgeranno in uno
    spazio aereo controllato, copriranno distanze fino a 150 chilometri e trasporteranno
    carichi più pesanti. Le autostrade di Ayalon continueranno a fungere da sito
    pilota per il loro svolgimento.

    CONDIVIDI SU: