Skip to main content

Ultimo numero Marzo-Aprile 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Jerusalem Post e Maariv hackerati dai filo-iraniani

    E’ successo alle prime ore del mattino, sul sito web del Jerusalem Post è apparsa una foto di un impianto nucleare che viene fatto esplodere e una scritta con una chiara minaccia. Così gli hacker filo-iraniani hanno colpito sul web uno dei maggiori quotidiani israeliani e anche l’account twitter di Maariv.

     

    La foto mostrava anche un missile balistico cadere da quella che sembra essere una rappresentazione della mano del comandante delle Quds Force Qasem Soleimani, eliminato in un attacco di droni all’aeroporto di Bagdad. Ieri è stato proprio il secondo anniversario dalla sua morte, e sembrerebbe che l’attacco hacker sia stato programmato proprio come una “celebrazione”.

     

    Questa non è la prima volta che il Jerusalem Post è l’obiettivo degli hacker filo-iraniani. Anche nel maggio del 2020 colpirono sostituendo la homepage del sito con un’immagine di Tel Aviv che bruciava”. Nell’attacco sono stati presi di mira anche altri siti web israeliani.

    CONDIVIDI SU: