Skip to main content

Ultimo numero Maggio-Giugno 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Oggi il matrimonio di Gilad Shalit e Nitzan Shabat

    Mazal Tov, auguri, a Gilad Shalit che si è sposato con Nitzan Shabat nel kibbutz di Mishmar HaSharon. L’ex soldato dell’esercito israeliano che è stato prigioniero di Hamas per 5 anni, ha celebrato le sue nozze in una cerimonia privata, con parenti e amici.

    Shalit, 34 anni, è stato catturato nel giugno del 2006 in un raid di Hamas. È stato rilasciato nell’ottobre del 2011 in un controverso scambio con 1.027 prigionieri palestinesi. Dopo la liberazione nel 2012 gli è stata conferita, oltre a numerosi riconoscimenti, la cittadinanza onoraria della città di Roma.

    Il matrimonio, più volte rinviato a causa dell’emergenza sanitaria Covid, è stato annunciato dallo stesso Shalit sui social. E dopo infiniti preparativi, e la tradizionale Hennà, l’addio al nubilato di Nitzan, gli sposi sono saliti sulla Chuppah (il baldacchino) accompagnati dai genitori. A celebrare le nozze il rabbino Haim Zamir. “Si sta chiudendo un cerchio per noi – ha detto ai media israeliani un’amica di Nitzan, che ha indossato uno splendido abito da sposa confezionato dallo stilista Ariel Toledano – è arrivato finalmente il momento di festeggiare ed essere felici. Sono una coppia fantastica”.

    [GALLERY]

    CONDIVIDI SU: