Skip to main content

Ultimo numero Marzo-Aprile 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Università di Tel Aviv lancia nello spazio il nano satellite TauSat-3: proteggerà i sistemi spaziali dalle radiazioni cosmiche

    Un team di esperti dell’Università di Tel Aviv (TAU) ha recentemente lanciato nello spazio il nano satellite TauSat-3, capace di proteggere i sistemi spaziali dalle radiazioni cosmiche attraverso la “capsula COTS” che contiene all’interno. 

    Il sistema è partito dal Kennedy Space Center, Florida (USA), lo scorso 21 dicembre 2021 a bordo del razzo Falcon 9 di SpaceX. Grande circa quanto una scatola da scarpe, il nano satellite è stato installato con successo a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) e comunica con le stazioni di terra.

    “Attualmente, le apparecchiature elettroniche inviate nello spazio devono essere modificate in modo specifico per prevenire gli effetti indotti dalle radiazioni cosmiche” ha affermato Yoav Simhony, del dipartimento di Ingegneria Elettrica della TAU. 

    La capsula sarà inclusa in una serie di oltre quaranta esperimenti che l’astronauta israeliano Eytan Stibbe condurrà durante la sua missione di dieci giorni sulla ISS a febbraio prossimo, nell’ambito della missione “Rakia” guidata dall’ONG israeliana “The Ramon Foundation” e dall’Agenzia Spaziale Israeliana.

    “La COTS-Capsule consentirà l’uso di componenti commerciali pronti all’uso nello spazio, aprendo così la porta all’uso di componenti elettronici avanzati e riducendo significativamente i costi dei prodotti spaziali”, ha concluso Simhony. Alla realizzazione del progetto hanno aderito anche astronomi, medici e studenti.

    CONDIVIDI SU: