Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Yad Vashem condanna l’attacco russo a Babyn Yar

    Il bombardamento russo a Babyn Yar avvenuto martedì pomeriggio ha destato rabbia e sgomento da parte del mondo ebraico. Israele si è affrettata a condannare l’attacco avvenuto vicino al monumento in memoria delle vittime di Babyn Yar: un memoriale dall’immenso significato nel luogo del massacro degli ebrei ucraini durante la Seconda guerra mondiale da parte delle truppe di occupazione tedesche e degli ausiliari locali. 

     

    Lo Yad Vashem World Holocaust Remembrance Center di Israele ha espresso una “condanna veemente” di quello che ha descritto come un “attacco mortale russo nelle vicinanze del luogo commemorativo della Shoah Babyn Yar – Yad Vashem ribadisce il suo appello ad astenersi dall’abusare e dal distorcere la memoria della Shoah. Babyn Yar, è stato il luogo in cui per un periodo di due giorni nel settembre 1941, speciali squadre di sterminio naziste hanno condotto un’azione omicida uccidendo circa 33.000 ebrei, come parte dell’ideologia del genocidio perpetrato dai nazisti tedeschi e dai loro collaboratori. La storia deve essere ricordata accuratamente e le sue lezioni morali devono essere attuate in modo veritiero da tutti” prosegue il comunicato. 

     

    Nella dichiarazione Yad Vashem ha aggiunto: “Chiediamo alla comunità internazionale di adottare misure concertate per salvaguardare le vite dei civili e questi siti storici per il loro valore insostituibile per la ricerca, l’istruzione e la commemorazione della Shoah”.

     

    “Chiediamo che la sacralità del sito venga preservata e onorata”, ha detto il Ministro degli Esteri Yair Lapid, esprimendo “dolore per la perdita di vite umane” in seguito all’invasione russa dell’Ucraina. Il ministro degli Esteri Yair Lapid ha aggiunto che Israele si impegnerà per aiutare a riparare i danni causati al sito commemorativo di Babyn Yar. Nella sua dichiarazione, Lapid afferma che Israele “ha denunciato il danno”. Su indicazione del ministro degli Esteri Lapid, l’ambasciatore a Kiev è in contatto con i gestori del sito e, “quando sarà possibile, aiuteremo a riparare i danni”, conferma il ministero.

    CONDIVIDI SU: