Skip to main content

Ultimo numero Marzo-Aprile 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    È scomparso Rav Elia Enrico Richetti

    Si è spento a Milano nella notte tra sabato e domenica Rav Elia Enrico Richetti. 

    Grande rappresentante del rabbinato italiano, voce dei canti sinagogali italiani, soprattutto delle comunità del nord Italia, Richetti era nato a Milano nel 1950, nipote del rabbino Ermanno Friedenthal, l’ultima guida degli ebrei di Gorizia subito prima della Shoah e il primo rabbino di Milano dopo la Liberazione.

     

    Rabbino della Sinagoga di Via Eupili a Milano, nel corso della sua vita con completa dedizione all’ebraismo ha ricoperto cariche importantissime ed è sempre stato al servizio delle comunità ebraiche italiane.

     

    Con una maturità classica, conseguita alla scuola ebraica di Milano, nei primi anni della sua attività ha lavorato come ufficiante di culto alla Sinagoga Centrale di Milano e come funzionario dell’Ufficio Rabbinico. Nel ’74, assieme a sua moglie Enrica Orvieto, si è trasferito a Gerusalemme, dove ha studiato al “Beth Midrash la-Torà” ed alla Scuola Rabbinica “Midrashà Ghevohà la-Torà”, laureandosi con la specializzazione di scriba nel 1978. A Gerusalemme è stato inoltre ufficiante della Sinagoga italiana. Alla fine degli anni ’70 si trasferisce a Haifa, dove tra l’altro si specializza come circoncisore. 

     

    Il ritorno in Italia avviene nel ’79. Resta per 10 anni a Trieste, come Rabbino Capo. Nel 1980 viene designato dall’Assemblea dei Rabbini d’Italia, che presiederà poi dal 2010, come Segretario e Tesoriere (un incarico che svolge per 27 anni). Dal 1983 al 1991 è stato anche eletto membro della Consulta Rabbinica Italiana e del Consiglio dell’Unione delle Comunità Ebraiche d’Italia.

     

    A Milano è Vice Rabbino Capo, segretario e scriba del Tribunale Rabbinico, docente del Collegio Rabbinico, insegnante di materie ebraiche presso le Scuole della Comunità ebraica, responsabile per l’Ufficio Rabbinico della sorveglianza per le regole ebraiche alimentari, titolare dell’ufficio funerario della comunità, e responsabile della Sinagoga Centrale.

     

    Dal 2001 al 2010 è anche Rabbino Capo a Venezia. Nel corso della sua vita ha scritto e pubblicato articoli, libri e numerosi saggi. Appassionato cantore e profondo conoscitore della liturgia ebraica italiana, il Rabbino Richetti, si è dedicato alla conservazione della tradizione liturgica, alla quale il suo contributo è stato ed è tuttora fondamentale. Il Rabbino lascia la moglie e due figli.

    CONDIVIDI SU: