Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    AEROPORTO FIRENZE: INAUGURATA STATUA IN ONORE DI RAOUL WALLENBERG

    Il presidente della Fondazione Wallenberg, Eduardo Eurnekian, e il presidente di Toscana Aeroporti, Marco Carrai, hanno inaugurato IERI mattina, presso l’area check in al primo piano del terminal dell’aeroporto di Firenze una statua in onore di Raoul Wallenberg. Alla cerimonia erano presenti Laura Lega, prefetto di Firenze, Eugenio Giani, presidente del Consiglio regionale della Toscana, e il sindaco di Firenze Dario Nardella.       

    Il diplomatico e filantropo svedese, inviato a Budapest in missione diplomatica, Raoul Wallenberg si contraddistinse, negli anni del nazismo, per la consegna a migliaia di ebrei dei certificati con bandiera svedese (i cosiddetti ”passaporti Wallenberg”) che consentirono loro di sfuggire alla deportazione nei campi di concentramento. Wallenberg si distinse inoltre per il contributo alla realizzazione di ”zone sicure” capaci di ospitare circa 33.000 persone e per il salvataggio di circa 100.000 persone, sventando l’esplosione di due ghetti. La scultura di bronzo di Wallenberg, donata dall’omonima fondazione, è poggiata su una pietra grigia a sua volta sorretta da una base in bronzo, entrambi progettati dall’architetto David Perri. La pietra grigia, che inframezza la testa e la base in bronzo della statua, rappresenta la tragedia dell’Olocausto che ha attraversato l’intera vita del diplomatico svedese.

    ”La missione della fondazione Wallenberg è quella di sviluppare progetti educativi e di promozione di quei valori che si traducono in solidarietà e coraggio civico e che furono i pilastri etici che animarono le gesta dei salvatori dell’Olocausto. In qualità di presidente della Fondazione è per me un onore inaugurare questa statua in una città come Firenze che, negli anni del nazismo, si distinse per gesta eroiche e per la costruzione di una vera e propria rete di salvataggio di ebrei”, ha affermato il presidente della Fondazione Raoul Wallenberg Eduardo Eurnekian. ”E’ un grande onore per Toscana Aeroporti poter ospitare la statua di  Raoul Wallenberg e contribuire a promuovere, presso i quasi 3 milioni di passeggeri che ogni anno popolano l’aeroporto, i valori e le gesta eroiche del diplomatico svedese con l’auspicio che possano essere d’esempio per la nostra e le generazioni future affinchè quanto avvenuto non si ripeta mai più”, ha commentato il presidente di Toscana Aeroporti Marco Carrai. (Red-Xio/AdnKronos

    CONDIVIDI SU: