Skip to main content

Ultimo numero Maggio-Giugno 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Come gli studenti vedono la Shoah: mostra a Memoriale Milano

    Verrà oggi inaugurata la mostra
    “I giovani ricordano la Shoah”, allestita presso la biblioteca del
    Memoriale della Shoah di Milano. L’esposizione raccoglie i lavori piu’
    interessanti realizzati dagli studenti che hanno partecipato al concorso
    nazionale organizzato ogni anno dal Miur in collaborazione con l’Unione delle
    Comunita’ Ebraiche Italiane (Ucei).

    A illustrare l’iniziativa, il
    presidente della Fondazione Memoriale della Shoah di Milano, Roberto Jarach,
    l’assessore all’Educazione e all’Istruzione del Comune di Milano, Laura
    Galimberti, il vicepresidente dell’Ucei, Giorgio Mortara, il direttore generale
    dell’Ufficio Scolastico Regionale della Lombardia, Delia Campanelli. Seguira’
    la testimonianza di Franco Schonheit, sopravvissuto a Buchenwald. Saranno poi
    presentati i progetti di due scuole: quello dell’ISIS Betty Ambiveri di
    Presezzo (Bergamo), dal titolo “Ester”, e quello dell’IIS E. Majorana
    e I. Versari di Cesano Maderno (Monza Brianza) “Una valigia per
    Clara”.

    Il concorso “I giovani
    ricordano la Shoah”, giunto alla diciottesima edizione, e’ rivolto agli
    studenti delle scuole del primo e secondo ciclo di istruzione, con il fine di
    promuovere lo studio e l’approfondimento della Shoah, e dei temi ad essa
    correlati, nelle scuole italiane. L’iniziativa coinvolge ogni anno migliaia di
    insegnanti e studenti. Gli autori dei lavori piu’ meritevoli, giudicati da una
    Commissione congiunta Miur-Ucei, sono premiati ogni anno dal Presidente della
    Repubblica in occasione del Giorno della Memoria, in una cerimonia al Palazzo
    del Quirinale. La mostra ha finora toccato Roma, Berlino, Bari, Firenze Torino,
    Ferrara, Pisa e Palermo, ottenendo un notevole riscontro di pubblico, in
    particolare scolaresche che possono trarre utili spunti per i percorsi
    didattici. La varieta’ e la qualita’ dei lavori esposti, e’ molto ampia e
    mostra come un tema cosi’ delicato e complesso possa essere sviluppato
    attraverso diverse tecniche artistiche e multimediali: lavori grafici e
    pittorici, cartelloni, disegni a mano, collage, quadri ad olio, installazioni,
    album di vario genere e dimensioni, “valigie della memoria”, cortometraggi,
    ma anche pregevoli lavori di ricerca storico-documentale – talvolta supportati
    da documenti inediti – che molti istituti hanno prodotto negli anni, spesso legati
    alle vicende del proprio territorio.

    CONDIVIDI SU: