Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    I libri del lunedì: Anita di Alain Elkann

    Abbiamo un uomo e una donna:
    Milan, Misha per gli amici, e Anita. C’è la loro storia, che sarebbe stato
    meglio fosse iniziata durante la loro giovinezza. C’è la pineta di Forte dei
    Marmi, alcune palline da tennis, un gelato al cioccolato, uno alla
    stracciatella e un bacio rubato. Poi c’è la realtà, un uomo di sessantadue anni
    con una gamba ingessata in un appartamento subaffittato a New York e una donna
    francese che lo va a trovare. C’è la casa di Anita in cui regna un’atmosfera da
    pensione. “Le persone venivano a parlare, mangiare, a bere, a raccontare un
    pettegolezzo. L’atmosfera, anche se eravamo nella New York degli anni duemila,
    era quella di un romanzo russo dell’ottocento. A tutte le ore c’era un
    movimento di gente senza programma e c’erano vari cani, tra cui un bulldog e un
    chihuahua”.

    “Anita”, il nuovo libro di Alain
    Elkann uscito con Bompiani, procede con un passo sostenuto e una narrazione
    semplice. I due protagonisti sono un uomo e una donna che si incontrano e si
    scontrano in età matura, con due trascorsi diversi e pezzi di vita non
    condivisi. Ci sono viaggi, nuovi incontri e continui abbandoni. E poi c’è
    l’adilà, luogo di mistero, intimità e paura. É un libro che parla di vita, del
    suo contraltare e di alcune assenze che in nessun modo possono essere colmate.

     

    CONDIVIDI SU: