Skip to main content

Ultimo numero Marzo-Aprile 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano agli Stati Generali UCEI: “Nei prossimi giorni un tavolo per realizzare il Museo della Shoah”

    Il ministro
    della Cultura Gennaro Sangiuliano è intervenuto in apertura degli Stati
    Generali dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane annunciando numerosi
    progetti. Primo tra tutti, l’immediata ripartenza dei lavori per il Museo della
    Shoah a Roma.

    “La
    prossima settimana riprenderò in mano il progetto del Museo della Shoah: aprirò
    un tavolo, reperirò risorse economiche e avvierò la parte amministrativa
    affinché possa essere realizzato” ha dichiarato.

    Memoria
    della Shoah e tanto altro nelle parole del Ministro. “Tra i primi atti del mio
    mandato, lo scorso 28 ottobre, mi sono recato a Napoli presso la casa di
    Benedetto Croce, che scrisse il documento degli antifascisti – ha sottolineato
    – Come ministro voglio moltiplicare il mio impegno già avviato da giornalista
    in favore del mondo ebraico. Sui social mi definiscono sionista, spesso
    credendo di insultarmi, ma io lo prendo come un complimento”.

    Proprio in
    merito alla vicinanza allo Stato di Israele, ha ricordato i suoi precedenti
    viaggi e ha annunciato che spera di potervi presto tornare, anche per
    sviluppare attività insieme. La cultura ebraica e israeliana, infatti,
    costituiranno un punto di riferimento nel suo mandato.

    “La cultura
    ebraica è uno dei pilastri della cultura italiana: esse sono strettamente
    interconnesse e complementari. La cultura ebraica è estremamente positiva,
    ricca di voglia di fare, voglia di vita, dunque può dare un contributo
    essenziale. Con questi presupposti potremo sviluppare diversi ambiti: lo faremo
    insieme, le porte sono aperte. Da parte mia c’è il massimo sostegno affinché la
    cultura ebraica possa avere un ruolo importante nel nostro Paese e vi possano
    essere stretti rapporti con lo Stato d’Israele”.

    Infine ha
    annunciato un’altra iniziativa già avviata su suggerimento della Senatrice a
    vita Liliana Segre.

    “In vista
    del prossimo Giorno della memoria, il 27 gennaio 2023, stiamo lavorando per
    realizzare una segnaletica per evidenziare la presenza del Museo al Binario 21,
    cosicché anche eventuali visitatori occasionali possano raggiungerlo
    agevolmente”.

    Dopo
    l’intervento del ministro Sangiuliano, l’ambasciatore dello Stato d’Israele in
    Italia Alon Bar ha consegnato al direttore de La Repubblica Maurizio Molinari
    un premio in memoria di Lucia Roditi Forneron, storica presidente della sezione
    locale di Verona dell’associazione Italia-Israele, scomparsa nel 2018.

    CONDIVIDI SU: