Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    L’ULTIMA TESTIMONIANZA PUBBLICA DI LILIANA SEGRE, PRESENTI CONTE, CASELLATI E FICO

    “Grazie Liliana! L’ultima testimonianza pubblica di Liliana Segre alle scuole italiane e ai giovani del mondo da Rondine Cittadella della Pace”. E’ questo il titolo dell’evento che si è aperto questa mattina nel borgo medioevale di Rondine, ad Arezzo, sede dell’organizzazione internazionale impegnata da oltre vent’anni nella formazione di giovani leader di pace al fine di ridurre i conflitti armati nel mondo. La senatrice a vita Liliana Segre ha offerto una sua ultima testimonianza pubblica consegnando idealmente il testimone della difesa della memoria ai giovani – simbolicamente rappresentati dai ragazzi ‘nemici’ di Rondine che hanno scelto di convivere e impegnarsi per costruire processi di pace tra i loro popoli e da una delegazione di studentesse e studenti che parteciperanno alla giornata, in rappresentanza delle scuole italiane – perché proseguano e diffondano il suo messaggio di pace e superamento dell’odio. 

    Ad onorare quest’ultima testimonianza sono stati presenti il presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, e il presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico, oltre ad un’ampia rappresentanza del Consiglio dei Ministri e altre Istituzioni: Gaetano Manfredi, ministro dell’Università e della Ricerca; Stefania Giannini, vicedirettrice dell’Unesco con delega all’educazione; Noemi Di Segni, presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane; Luigi Di Maio, ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione; Luciana Lamorgese, ministra dell’Interno; Lucia Azzolina, ministra dell’Istruzione; il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza Episcopale Italiana. 

    Il primo atto della giornata è stata l’inaugurazione dell’Arena di Janine. Lo spazio, intitolato alla giovane amica che la Segre non salutò prima che venisse condotta nelle camere a gas di Auschwitz, sarà un grande contesto naturale ed eco-sostenibile di aggregazione per i giovani che promuoverà la memoria quale strumento efficace contro l’indifferenza. Questo luogo, concepito innanzitutto come gesto di ringraziamento collettivo per il suo infaticabile impegno e per la sua profonda testimonianza, raccoglierà idealmente l’eredità di Liliana Segre

    Alla senatrice a vita è stata consegnata una copia anastatica della prima edizione della Costituzione Italiana, inviata in dono dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e contenente il suo messaggio da parte della ministra Azzolina, in virtù dell’impegno del Ministero dell’Istruzione di farsi promotore del messaggio della Segre attraverso la scuola. Azzolina, inoltre, durante l’evento ha lanciato il primo bando di concorso rivolto alle scuole di ogni ordine e grado promosso insieme a Rondine Cittadella della Pace, dal titolo “Voltati, Janine vive!”, titolo ispirato alla vita della senatrice Segre. Il concorso nasce dal protocollo di intesa siglato tra Ministero dell’Istruzione e l’Associazione Rondine Cittadella della Pace e rientra nelle attività promosse con l’obiettivo di “educare le nuove generazioni al rispetto delle differenze contro ogni forma di violenza e discriminazione, conservando sempre viva la memoria della Shoah nelle scuole”. 

    CONDIVIDI SU: