Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Pane e ciliegie. Una storia vera che si legge come un romanzo

    Adesso che dal “Giorno della memoria” è passato da qualche tempo, il tempo ce lo si può prendere per ricordare e ragionare in autonomia, al di fuori della date formali e del calendario ufficiale. Uno strumento prezioso per farlo è “Pane e ciliegie – Israel Kalk, l’uomo che difendeva i bambini ebrei sotto il fascismo” di Anna Sarfatti, prolifica e pluripremiata autrice per bambini e ragazzi. Il volume – corredato dalle belle illustrazioni di Serena Riglietti – racconta una storia solo in apparenza semplice: un uomo – Kalk – mosso a compassione e da senso della responsabilità, agisce per procurare sollievo, cibo e un luogo di accoglienza a bambini ebrei poveri e bisognosi durante le leggi razziali e la guerra a Milano. Un’attività che inizia con una merenda in un parco e che finisce con l’istituzione – con l’aiuto di un intero Comitato – di una mensa piena di decine di bambini che poi vengono coinvolti in gite, escursioni, recite, lezioni di musica. Israel Kalk infatti, con l’aiuto di altri benefattori – alcuni dei quali destinati a restare anonimi – organizzano anche un doposcuola e all’aiuto nel cibo si aggiunge quello nei compiti, nel procurare vestiti pesanti, nell’organizzare i regali di Hanukkà e le feste di Purim, i Bar e i Bat Mitzwà. La Mensa – scritta con la maiuscola ha varie sedi in giro per Milano man mano che aumenta il numero dei suoi avventori – non offre solo supporto e aiuti indispensabili per bambini che avevano penuria di tutto ma eroga anche visite mediche, accompagnamento e conforto – gite e celebrazioni delle ricorrenze – come suggeriscono oggi le teorie educative più all’avanguardia. L’azione del Comitato – con la collaborazione di altre organizzazioni- arriva fino al campo di Ferramonti, in Calabria, dove sono rinchiusi ebrei stranieri e dove – anche lì – tanti bambini aspettano cibo e vestiario e hanno bisogno di aiuto. Kalk e il “Comitato” si prodigarono in organizzazione e reperimento dei fondi in aggiunta al lavoro magro e difficile che avevano per mantenere la loro famiglia durante gli anni delle leggi razziali. Un racconto che è anche la storia delle tante associazioni ebraiche – italiane e internazionali – che in quegli anni si adoperarono per offrire aiuto e sollievo.

    Quella raccontata da Sarfatti è una storia vera che si legge come un romanzo. Un libro di storia per piccoli che ha però dei protagonisti bambini e giovani come erano gli avventori della mensa. Non tutti i ragazzi si poterono salvare dalle persecuzione delle vite che seguì quegli anni di lavoro e di impegno – e Sarfatti non ne tace il destino – eppure “Pane e ciliegie” sembra una favola pur essendo una storia vera. Una storia di impegno per gli altri, di responsabilità, di zedakkà – di ripristino della giustizia. Un libro che parla di ebrei vivi, che salvano e aiutano. Una bella storia che meritava di essere raccontata, per fortuna e bravura l’ha scritta Anna Sarfatti per Mondadori.

    CONDIVIDI SU: