Skip to main content

Ultimo numero Maggio-Giugno 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    007 Israele: l’Iran in 2 anni puo’ costruire bomba nucleare

    L’Iran e’ a due anni dal costruire una bomba atomica, all’incirca quanto si stimava lo scorso anno, nonostante le operazioni di arricchimento dell’uranio che ha intrapreso di recente in violazione dell’accordo internazionale del 2015. Proprio questa intesa e’ vista da Teheran come l’essenziale via d’uscita dalla situazione molto difficile in cui si trova. E’ la valutazione del capo dell’intelligence delle forze armate israeliane (Aman), il maggiore generale Tamir Heiman, convinto che la Repubblica islamica, malgrado sia scesa a un “livello basso” senza precedenti a causa delle azioni condotte da Israele e Usa, stia ancora investendo nel suo programma nucleare. “Nell’attuale situazione, l’Iran vede in un accordo nucleare l’unico modo di venire fuori dalla crisi, per questo sta cercando di tornare all’intesa firmata nel 2015”, ha sottolineato Heiman alla stampa.  

    Per arrivare, nel lasso di tempo indicato, alla bomba nucleare, l’Iran – secondo la valutazione dell’Aman – deve stabilire di arricchire almeno 40 chilogrammi di uranio al 90%. 

    Complice l’epidemia di Covid che l’ha colpita duramente e l’economia soffocata dalle sanzioni americane, senza contare l’esplosione che ha scosso il sito nucleare di Natanz la scorsa estate e l’uccisione del responsabile del suo programma atomico Mohsen Fakhrizadeh, la Repubblica islamica e’ “malconcia ma ancora in piedi” e spera che la nuova amministrazione americana cambi passo nei suoi confronti, ha affermato l’alto esponente militare israeliano. Il nuovo presidente Usa, Joe Biden, si e’ detto pronto a ritornare all’intesa internazionale sul nucleare dalla quale Donald Trump si e’ ritirato nel 2018, insistendo pero’ sul fatto che l’Iran debba prima rispettarne i termini. Da parte sua, Teheran insiste sulla revoca delle sanzioni americane prima di qualsiasi passo. Biden inoltre vorrebbe riprendere il dialogo per ampliare l’accordo in modo da comprendere anche il programma missilistico iraniano e la sua influenza regionale mentre l’Iran ha piu’ volte affermato che non intende rinegoziare. Nonostante cio’, i vertici militari israeliani sono convinti che alla fine Usa e Iran torneranno a un accordo, nonostante la durissima opposizione dello Stato ebraico. 

    CONDIVIDI SU: