Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Attaccata la Sinagoga di Hannover durante lo Yom Kippur: lanciato un masso contro la vetrata

    Nel momento più solenne della giornata dello Yom Kippur, l’ora di Ne’ilà, degli estranei hanno attaccato la Sinagoga, lanciando un masso contro la vetrata, che sì è rotta. In quel momento all’interno erano presenti oltre 150 persone. 


    Le forze dell’ordine stanno investigando sull’accaduto, tuttavia ancora non è chiaro chi sia stato l’autore di questo atto o se, chi ha rotto la vetrata, abbia provato ad entrare nella Sinagoga.


    Secondo un rapporto del quotidiano locale Hannoversche Allgemeine Zeitung, l’oggetto lanciato avrebbe creato un buco nella finestra ad un’altezza di sei metri. Michael Fürst, il presidente della congregazione, ha dichiarato al giornale: “L’autore del reato deve essere entrato nel cortile della Sinagoga. Sono profondamente scioccato”.


    “L’attacco alla Sinagoga di Hannover la scorsa notte mi ha scioccato – ha detto il vescovo della Chiesa evangelica di Hannover, Ralf Meister – mi vergogno profondamente”.


    Attraverso un post sul suo profilo di Instagram, il rabbino Shlomo Afanasev ha commentato l’accaduto. “Oggi la finestra della mia Sinagoga è stata rotta negli ultimi minuti della preghiera dello Yom Kippur. Cosa significa per noi? Ripareremo la finestra e continueremo a impegnarci per rendere la comunità un luogo caldo, stimolante e accogliente. – ha affermato – Non voglio sminuire quello che è successo, ma tali atti criminali ci hanno accompagnato spesso nella nostra storia”. 


    “Non ci faremo intimidire e continueremo a costruire: le nostre comunità, le nostre famiglie, l’ebraismo in Germania” ha aggiunto Rav Afanasev.


    Solo tre anni fa ad Halle, sempre durante questa festività, un estremista di destra, pesantemente armato, ha cercato di provocare un bagno di sangue nella Sinagoga della comunità ebraica locale. Lanciò ordigni incendiari ed esplosivi e ha sparato alla porta di accesso, non riuscendo a sfondare la porta, che ha resistito all’attacco. Successivamente ha ucciso una passante davanti alla Sinagoga e un ventenne in un negozio di kebab vicino. L’Alta Corte Regionale di Naumburg ha condannato l’autore del reato all’ergastolo con successiva detenzione preventiva.


    CONDIVIDI SU: