Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Attentato alla Sinagoga di Roma dell’’82. Giannini: “Gli sforzi della polizia per fare giustizia non si fermano”

    ”E’
    un mio vanto professionale essere riuscito a tutelare la comunità ebraica di
    Roma ma ho un cruccio: il fatto che non siano ancora stati assicurati alla
    giustizia gli autori del vile attacco alla Sinagoga il 9 ottobre del 1982,
    l’omicidio del giovanissimo Stefano Gaj Tache. Gli sforzi della polizia non si
    fermeranno perché per noi non esistono cold case, infatti sono onorato di aver
    partecipato alla cattura di Herich Priebke e di Karl Hass, due criminali
    nazisti. Il passare del tempo non deve mai far cessare il bisogno di
    giustizia”.

    Lo
    ha detto il capo della Polizia Lamberto Giannini, ieri a Cracovia, all’incontro
    organizzato dall’European Jewish Association, dove ha ricevuto il premio ‘King
    David Award’. Giannini ha colto questa occasione per ribadire il suo rammarico
    per l’attentato alla Sinagoga e per il fatto che i responsabili di quel tragico
    episodio non siano ancora stati assicurati alla giustizia.

     

    CONDIVIDI SU: