Skip to main content

Ultimo numero Marzo-Aprile 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    CLIMA: 7 MILIONI MORTI DA CAMBIAMENTI E SMOG

    “Sono 7 i milioni le persone che
    ogni anno, secondo le stime dell’Organizzazione mondiale della sanità,
    moriranno, nei prossimi 20 anni per conseguenza del cambiamento climatico e
    dell’inquinamento atmosferico. Di queste morti, 250 mila saranno direttamente
    legate al clima. E soltanto nel nostro Paese, già oggi il 12% dei bambini
    ospedalizzati vengono ricoverati proprio per problemi respiratori legati
    all’inquinamento. E abbiamo la certezza  che
    tutto questo, senza interventi decisi, peggiorerà”. Lo ha spiegato Walter
    Ricciardi, presidente dell’Istituto superiore di sanità, presentando alla
    stampa il primo Simposio internazionale Health and Climate Change che si apre
    oggi a Roma e continuerà fino al 5 dicembre. Un incontro articolato in 22
    sessioni, fra cui 3 plenarie, alle quali prenderanno parte oltre 500
    ricercatori provenienti da più di 30 Paesi, con l’obiettivo di mettere a punto
    e firmare una Carta internazionale sottoscritta dai più importanti esperti su
    salute e clima. Un documento basato sulle evidenze scientifiche e che conterrà
    le raccomandazioni e le azioni necessarie per contrastare e limitare i rischi
    sulla salute prodotti dai cambiamenti climatici. Uno strumento indirizzato
    innanzitutto ai decisori politici, ma è anche utile per far crescere la
    consapevolezza su queste tematiche cercando di porle al centro di tutte le
    agende. “Questa è una giornata molto importante – ha sottolineato
    Ricciardi – perché per la prima volta la comunità scientifica, che ormai da
    tempo concorda nel ritenere tra i problemi sanitari più rilevanti gli effetti
    del clima sulla salute, si riunisce per indicare le azioni prioritarie che
    devono essere messe in atto sulla base delle evidenze scientifiche”. (Ram/AdnKronos
    Salute)  

    CONDIVIDI SU: