Skip to main content

Ultimo numero Maggio-Giugno 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Covid: 100mila morti in Medio Oriente, Iran più colpito

    100.000 persone sono morte a causa del Covid-19 in Medio Oriente dall’inizio della pandemia nel dicembre 2019, secondo un conteggio fatto da AFP. Il Medio Oriente è la quinta regione più colpita al mondo, dietro l’Europa (789.310 morti per 35.032.194 casi), l’America Latina e i Caraibi (628.398 morti per 19.819.222 casi), gli Stati Uniti USA / Canada (492.313 morti per 28.095.746 casi) e Asia (245.899 morti per 15.548.576 casi). Negli ultimi sette giorni, mentre il numero di nuovi casi giornalieri rilevati in Medio Oriente è in lieve aumento (25.114 al giorno in media, un aumento del 3% rispetto alla settimana precedente), il trend è nettamente al ribasso per quanto riguarda i decessi legati al malattia, con un dato che sale a 238 decessi registrati in media al giorno negli ultimi 7 giorni, con una diminuzione del 19%. L’Iran è il paese della regione che ha sofferto maggiormente la pandemia. Ci sono 58.686 decessi per 1.488.981 casi di Covid-19 registrati, che lo collocano all’undicesimo posto tra i paesi in termini di decessi registrati. Molto dietro di lui, in Medio Oriente, l’Iraq riporta 13.140 morti per 634.539 casi positivi, seguito da Arabia Saudita (6.415 morti per 371.356 casi) e Israele (5.233 morti per 706.416 casi). In totale, da quando l’ufficio dell’OMS in Cina ha segnalato l’insorgenza della malattia a fine dicembre 2019, la pandemia è stata responsabile di 2.353.534 morti in tutto il mondo, per un totale di 107.220.146 casi di contaminazione dichiarati, giovedì 11 febbraio alle 9:00.

    CONDIVIDI SU: