Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Cresce il Percorso Donna dell’Ospedale Israelitico. Diverse fasi della vita femminile, un unico ambulatorio

    All’interno
    dell’Ospedale Israelitico si trova uno spazio interamente dedicato al genere
    femminile: è il “Percorso Donna”, l’iniziativa intrapresa nel 2017 dalla
    Dott.sa Bruna Coen, medico chirurgo specialista in Ginecologia ed Ostetricia,
    nata con l’intento di creare un iter terapeutico incentrato sulla cura della
    donna.

    Recentemente
    il progetto si è ampliato grazie al coinvolgimento delle specialistiche di
    ginecologia, radiologia, ecografia, endocrinologia, cardiologia, nutrizione
    e psicologia. Il risultato è un ambulatorio interdisciplinare, in cui diversi
    medici specialisti collaborano per un obiettivo comune: la salute della
    donna. 

    “Questo
    ambulatorio non è solo ginecologia: medicina per la donna oggi non
    significa solo medicina per gli organi riproduttivi; questo è un ambulatorio di
    medicina di genere e su misura – racconta a Shalom la Dott.ssa Bruna Coen,
    coordinatrice del Percorso Donna – Avere medici specialisti che comprendono le
    differenze fisiche tra i due sessi è molto importante, perché la manifestazione
    delle malattie avviene con sintomi differenti e le donne non
    rispondono alle terapie allo stesso modo. Il mio obiettivo è stato quello
    di portare questo concetto di diversità in positivo, come un aspetto di
    crescita. È molto importante che l’Israelitico abbia dato spazio a questo
    progetto e lo abbia accolto”.

    Ad
    affiancare la Dott.sa Bruna Coen nel coordinamento e nelle diverse fasi del
    Percorso Donna, altre due Coanot: la Dott.sa Sabrina Coen,
    nutrizionista, e la Dott.sa Diana Coen, Responsabile del Servizio di
    Psicologia dell’Ospedale Israelitico, che ha recentemente aperto uno sportello
    di ascolto gratuito per le donne che intraprendono questo iter. 

    Il percorso
    inizia e termina con un colloquio con la Dott.sa Bruna Coen, che incontra le
    pazienti per conoscere la loro storia clinica, a cui segue una visita
    ginecologica con i dovuti esami, che vengono svolti nell’arco di una giornata;
    già dalla prima visita, la dottoressa cerca di costruire un iter adatto ai
    bisogni della paziente ed eventualmente indirizzarla ad un consulto con gli
    altri medici specialisti.

    “Questo servizio consente
    un risparmio di tempo  per la paziente, che svolge gli
    esami e le visite in un solo giorno  e in caso di patologie o
    problematiche può essere indirizzata per ulteriori accertamenti –
    spiega ancora la Dott.sa Bruna Coen – Un lavoro di squadra, che coinvolge
    non soltanto le tre dottoresse Coen, ma l’intero staff dell’ambulatorio, che si
    impegna per far si che la paziente si senta a suo agio. Infatti, la
    paziente viene seguita ed accompagnata per l’intero percorso da una ostetrica,
    la quale garantisce una corretta comunicazione tra gli specialisti.

    “Nessuna
    delle discipline di cui si occupa il percorso è fine a se stessa: per questo lo
    scambio tra noi come team è fondamentale – spiega la Dott.sa Sabrina Coen – Non
    esiste più una patologia che possa essere seguita da un singolo medico. Il
    risultato migliore si ottiene con la multidisciplinarietà. Il Percorso
    Donna viene costruito su misura e sulle esigenze della paziente. Nella sfera
    ginecologica, ma anche alimentare, un ambiente accogliente ha un’influenza
    positiva sulle pazienti e sui risultati che riusciamo ad ottenere”

    “Fra
    noi specialisti vi è una comunicazione costante e un confronto
    continuo  – aggiunge la Dott.ssa Diana Coen – Senza dubbio, sentirsi
    accolte a 360° è come un abbraccio terapeutico”.

    Dal 2018 ad
    oggi, il progetto Percorso Donna ha preso parte al Concorso
    indetto dall’Osservatorio Onda per la salute della medicina di genere ed
    è stato insignito tra gli ospedali che si distinguono per la salute delle
    donne con due bollini rosa su tre presso il Ministero della
    Salute.

    Per poter eseguire tutte le visite nello stesso luogo e nello stesso
    tempo, l’Ospedale Israelitico ha scelto di dedicare un’intera giornata
    esclusivamente al Percorso Donna e alle sue pazienti: ogni mercoledì la sede di
    Via Veronese si tinge di rosa e apre le sue porte alle donne che vogliono
    intraprendere questo percorso.

    [GALLERY]

    CONDIVIDI SU: