Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Eitan deve tornare in Italia entro 15 giorni, respinto il ricorso del nonno

    La Corte distrettuale di Tel Aviv ha respinto il ricorso di Shmuel Peleg, il nonno di Eitan Biran, unico sopravvissuto alla tragedia del Mottarone, e ha stabilito che il bambino deve tornare in Italia entro 15 giorni, secondo quanto riportato dal Jerusalem Post.

     

    Il tribunale israeliano, lo scorso 25 ottobre, aveva deciso che il piccolo Eitan doveva tornare in Italia perché aveva legami più profondi con la sua famiglia italiana e con l’ambiente circostante di quanto non avesse con la sua famiglia israeliana.

     

    È di ieri la notizia di un mandato di cattura internazionale per il nonno Shmuel Peleg e di un altro uomo, un cittadino israeliano residente a Cipro, che lo avrebbe aiutato a portare Eitan in Israele.

    Peleg all’uscita dal tribunale ha dichiarato ai media israeliani di essere turbato dal fatto che l’Italia avesse emesso un mandato di arresto internazionale contro di lui.

    CONDIVIDI SU: