Skip to main content

Ultimo numero Maggio-Giugno 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Italia-Israele: M5s, relazioni strategiche per innovazione

    “Un importante momento di riflessione  sul valore e le potenzialita’ della diplomazia culturale, ma anche un incontro positivo tra due Paesi per cui auspichiamo una sempre maggiore collaborazione, innanzitutto dal punto di vista dello sviluppo culturale e tecnologico”. I deputati del  Movimento 5 Stelle Paolo Lattanzio e Antonio Zennaro, hanno definito cosi’ il convegno da loro promosso ‘Le relazioni Italia-Israele fra geopolitica, economia e innovazione’, che si e’ svolto stamattina presso Palazzo Bianchelli della Camera dei deputati, con il sostegno della Comunità ebraica di Roma. Oltre ai due parlamentari, all’evento, hanno partecipato  l’ambasciatore di Israele in Italia Ofer Sachs, che ha tracciato un bilancio del suo mandato, giunto al termine, e la vice ambasciatrice di Israele in Italia, Ofra Farhi. 

    Nell’occasione l’ambasciatore israeliano ha “invitato” pubblicamente il vice presidente del Consiglio Luigi Di Maio in Israele. Il diplomatico ha detto che su alcuni dossier può “non essere d’accordo” ma “è molto importante che venga a vedere” ha detto il diplomatico. Nel suo intervento, tracciando le linee guida dello sviluppo economico del Paese che rappresenta, Sachs ha sottolineato: “gli Stati Uniti rimangono il partner economico principale”, aggiungendo che con l’Unione Europea bisogna creare “l’ecosistema” e “la fiducia”: “in questo senso Israele e l’Italia possono fare qualcosa di più, anche in queste aree”. 

    Durante l’incontro, il primo di un ciclo di appuntamenti che si  svolgeranno nei prossimi mesi, i relatori hanno analizzato le  importanti relazioni esistenti tra Italia e Israele, confrontandosi soprattutto sui temi della diplomazia culturale, dell’innovazione e della tecnologia. “In questi ambiti i due Paesi, da anni, portano avanti produttive collaborazioni. Proprio quest’anno, tra l’altro, si e’ celebrato il 70esimo anniversario dell’accordo di collaborazione bilaterale tra Italia e Stato di Israele”, si legge in una nota. “Lo stato di Israele e’ uno stato strategico e importante, con cui e’ necessario dialogare e interagire in maniera sempre maggiore per fare avanzare la stabilita’ nell’area del Mediterraneo”, ha spiegato Paolo Lattanzio, capogruppo del Movimento 5 Stelle in commissione Cultura.(

    “Lo strumento per portare avanti e per fortificare le relazioni esistenti tra i due paesi e’ la cultura, intesa come dialogo fra popoli e fra nazioni e come motore per incentivare sviluppo e crescita, soprattutto  nell’ambito delle innovazioni, delle start up e dell’Intelligence. Israele come altri Paesi sono interlocutori strategici, cui l’Italia deve guardare per creare e favorire relazioni e collaborazioni strategiche. Ci sono opportunita’ per lavorare ad una maggiore cooperazione industriale, scientifica e tecnologica tra i due Paesi”, ha aggiunto. “Guardare ad Israele significa favorire lo scambio e attrarre know-how soprattutto nell’ambito dell’innovazione applicata alle industrie Hi-tech. Stiamo parlando di un’economia all’avanguardia, tra le prime a livello mondiale nei settori tecnologici e dell’innovazione”, ha osservato  Antonio Zennaro, deputato del Movimento 5 Stelle in commissione Bilancio e Finanze.


    CONDIVIDI SU: