Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    L’assassino della sinagoga di Poway si dichiara colpevole, ergastolo senza libertà condizionale

    John T. Earnest, responsabile della sparatoria nella sinagoga di Poway, in California, si è dichiarato colpevole ed ha accettato di scontare l’ergastolo senza la possibilità di usufruire della libertà condizionale.

    L’uomo di 22 anni nell’aprile 2019 , ultimo giorno di Pesach, è entrato al Chabad di Poway con un fucile semiautomatico , cominciando a sparare, uccidendo Lori Gilbert-Kay e ferendo altre tre persone: una bambina di otto anni, suo zio ed un rabbino.

    Subito dopo l’attacco Earnest ha chiamato il 911 per denunciare l’accaduto perché “gli ebrei stavano tentando di distruggere la razza bianca”.

    Durante la sua udienza in tribunale martedì, Earnest è apparso privo di emozioni mentre venivano lette le accuse, tra cui quella di essere stato motivato dall’odio e di aver sparato alle sue vittime perché ebree.

    Secondo l’ Associated Press Earnest ha dichiarato di essere colpevole ed ha accettato l’ergastolo per evitare la pena di morte, anche se non è stata presa ancora nessuna decisione a livello federale. 

     

    CONDIVIDI SU: