Skip to main content

Ultimo numero Marzo-Aprile 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    La comunità ebraica del Montana reclama la sua sinagoga, venduta per un solo dollaro negli anni ‘30

    Sono
    passati ormai 86 anni da quando la sinagoga Emanu-El è stata venduta
    alla città di Helena, capitale dello stato del Montana, per un solo dollaro
    dalla comunità ebraica locale. Ora l’organizzazione no profit ‘Montana Jewish Project’, fondata dai pochi ebrei
    rimasti in città, sta cercando di riacquistarla per quasi un milione di
    dollari. Lo riporta il JTA.

    Un
    tempo Helena era la sede di una grande comunità ebraica: molti ebrei, infatti,
    nel 1860, emigrarono dall’Europa in America in cerca di condizioni di vita
    migliori. Temple Emanu-El, costruita nel 1891, fu la prima sinagoga del
    Montana, situata tra St. Paul e Portland. L’interno dell’edificio di culto
    poteva ospitare 500 persone.

    Dopo
    pochi decenni, tuttavia, gran parte degli ebrei lasciarono la città e le poche
    famiglie rimaste non furono in grado di sostenere le spese di manutenzione del
    luogo religioso. Ciò portò, nel 1935, alla vendita simbolica della sinagoga
    alla città americana per un solo dollaro. In seguito furono rimosse le cupole
    in rame e Temple Emanu-El fu adibito agli uffici dei servizi sociali, prima di
    essere venduto alla diocesi cattolica nel 1981.

    Entro
    febbraio 2022 l’organizzazione ‘Montana Jewish Project’ dovrà raccogliere il
    75% dei fondi, necessari alla firma di un accordo con la diocesi per
    l’acquisto.

     

    CONDIVIDI SU: