Skip to main content

Ultimo numero Maggio-Giugno 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    La Germania si assume le responsabilità per la strage di Monaco ’72

    A distanza
    di 50 anni, giunge un significativo gesto da parte del governo tedesco che si
    assume le responsabilità per la strage degli atleti israeliani alle Olimpiadi
    di Monaco del 1972, avvia un’indagine e si impegna in un adeguato risarcimento
    per le famiglie delle vittime. È quanto si apprende nella nota congiunta del Presidente
    dello Stato d’Israele Isaac Herzog e del Presidente della Repubblica Federale
    Tedesca Frank-Walter Steinmeier.

    “Questo
    accordo non può sanare le ferite, ma include un’assunzione di responsabilità da
    parte della Germania e il suo riconoscimento delle terribili sofferenze delle
    vittime, che commemoreremo la prossima settimana, e dei loro cari” si
    legge nella nota.

    Herzog ha
    elogiato l’intensa attività svolta negli anni dalle famiglie coinvolte, dal
    Comitato Olimpico israeliano e dal personale delle ambasciate israeliana e
    tedesca. Insieme a queste realtà, in questi mesi il Presidente israeliano ha
    lavorato affinché le istituzioni tedesche si impegnassero in un percorso di giustizia
    per quanto accaduto 50 anni fa.

    “Ringrazio
    il mio amico, il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier, per la sua guida e
    il suo impegno intransigente verso un percorso di giustizia, umanità e
    responsabilità. Questa non è la prima volta che il presidente Steinmeier
    dimostra di essere un caro amico di Israele e che il suo lavoro dà un potente
    contributo alle positive relazioni tra Israele e Germania” dichiara Herzog
    nella nota.

    Ha espresso
    poi la sua gratitudine per tutti gli enti e gli organi che si sono prodigati
    per contribuire al raggiungimento di questo risultato. “Voglio esprimere il mio
    apprezzamento per questo importante passo compiuto dal governo tedesco, guidato
    dal Cancelliere Scholz, che si è assunto la responsabilità e ha riparato
    l’ingiustizia commessa nei confronti delle famiglie delle vittime del massacro
    di Monaco. Ringrazio anche il Ministro della Cultura e dello Sport, Hili
    Tropper, e Shirly Heller, Senior Foreign Relations Advisor presso l’Ufficio del
    Presidente, che insieme ai rispettivi team hanno lavorato notte e giorno per
    trovare una soluzione. Ringrazio gli enti coinvolti, in primis il Comitato
    Olimpico di Israele guidato da Yael Arad, i consulenti del presidente tedesco,
    l’Ambasciata tedesca in Israele e l’Ambasciata israeliana in Germania”.

    “Credo
    che cinquant’anni dopo questa catastrofe, sia giunto il momento di restituire
    sollievo alle famiglie in lutto e di riaffermare le lezioni che ci giungono da
    questa tragedia, inclusa l’importanza della lotta al terrorismo, per le
    generazioni future”.

    Frank-Walter
    Steinmeier, Presidente della Repubblica Federale di Germania ha affermato: “Il
    mio pensiero va alle famiglie in lutto. Sono grato e sollevato che sia stata
    trovata una soluzione che apra le porte a una commemorazione congiunta.
    Ringrazio anche il mio amico e collega Isaac Herzog per la sua fiducia e il suo
    impegno e per aver mantenuto aperto il dialogo”.

    CONDIVIDI SU: