Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    La relatrice dell’Onu Francesca Albanese e le sue affermazioni antistoriche. Dureghello: “Commenti che fanno rabbrividire”

    Francesca Albanese, nominata all’inizio di quest’anno come relatrice speciale delle Nazioni Unite sulla situazione dei diritti umani nei territori palestinesi, durante il conflitto tra lo Stato Ebraico e le organizzazioni terroristiche a Gaza nel 2014 ha scritto sui social network diverse dichiarazioni antistoriche. 


    Da una revisione, realizzata da UN Watch, dei precedenti post dell’avvocato Albanese, è emerso che la relatrice dell’ONU durante una raccolta fondi per l’UNRWA ha scritto che l’America è “soggiogata dalla lobby ebraica” e l’Europa “dal senso di colpa per l’Olocausto”.  “Chiediamo a @antonioguterres @volker_turk @FVillegasARG di licenziare questa antisemita” ha scritto il direttore esecutivo Hillel Neuer postando i vari commenti fatti dall’avvocato italiano.


    Il Times of Israel, che ha approfondito la ricerca, ha definito i contenuti del 2014 come “commenti antisemiti”. Dalla ricerca è emerso anche il suo pregiudizio contro lo Stato Ebraico, acclamando in un post la rimozione di Hamas da una lista di gruppi terroristici sostenendo il loro “diritto di resistere” e in un altro, successivamente rimosso dall’avvocato dopo essere stata contattata dal giornale, Albanese ha fatto riferimento alla lobby israeliana e all’avidità di Israele. I commenti erano diretti alla BBC, colpevole secondo lei di non aver coperto a dovere il conflitto. Anche se in realtà l’emittente britannica è stata spesso critica nei confronti di Israele. 


    “La lobby israeliana è chiaramente nelle tue vene e nel tuo sistema e sarai ricordato per essere stato dalla parte del fratello maggiore in questo orwelliano [sic] incubo causato ancora una volta dall’avidità di Israele. Vergognati BBC “, ha scritto.


    Nel suo primo rapporto ufficiale alle Nazioni Unite di quest’anno, ha esortato a rifiutare il paradigma del conflitto, descrivendo Israele esclusivamente come un oppressore e legittimando la “resistenza” palestinese riconoscendo i gruppi terroristici come tali.


    La presidente della Comunità Ebraica di Roma, attraverso un tweet ha commentato i post dell’avvocato Albanese. ”Fa rabbrividire sapere che la persona che si dovrebbe occupare dei diritti umani per l’Onu evochi la lobby ebraica e difenda il movimento terroristico di Hamas e le sue azioni. Fa ancora più male sapere che è un’italiana a farlo” si legge sul profilo della presidente Dureghello, che ha allegato il post con le affermazioni del 2014.


    L’Ambasciata dello Stato d’Israele in Italia ha condannato i commenti della relatrice Onu. “Israele condanna i commenti di Francesca Albanese. L’espressione “Lobby ebraica” è un millenario cliché antisemita usato per dirigere l’odio verso il popolo ebraico con conseguenze orribili. Le Nazioni Unite devono agire” si legge nella nota pubblicata sulla pagina di Facebook. 


    CONDIVIDI SU: