Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Polonia bloccherà ingresso a negazionista Irving. Voleva fare tour dei campi di sterminio

    La Polonia negherà l’ingresso al
    noto negazionista britannico dell’Olocausto David Irving, che ha organizzato
    una serie di visite guidate ad alcuni campi di concentramento nazisti. Lo ha
    detto in conferenza stampa il ministro degli Esteri polacco Jacek Czaputowicz,
    ricordando che il negazionismo è un reato per la legge della Polonia. Israele –
    ricorda la Reuters sul suo sito – aveva fatto pressioni su Varsavia affinché
    impedisse il tour di Irving. “La negazione dell’Olocausto non è permessa
    dalla legge, per cui (Irving) non è il benvenuto qui in Polonia, se intende
    venire e presentare le sue opinioni”, ha affermato il ministro. Irving –
    che denunciò una studiosa americana che lo aveva accusato di negazionismo e
    perse, come racconta il film ‘Denial – La verità negata’ del 2016 – intendeva
    portare alcuni visitatori per nove giorni ad alcuni dei più notori campi di
    concentramento nazisti: Treblinka, Sobibor, Belzec e Majdanek. Costo per ogni
    ‘visitatore’, 3.650 dollari. Il saggista britannico, che fece un tour simile
    già nel 2013, intendeva visitare anche il bunker di Adolf Hitler in territorio
    polacco, la ‘Tana del Lupo’ ed il quartier generale del capo delle SS Heinrich
    Himmler. 

    CONDIVIDI SU: