Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Regno Unito: il Fitzwilliam Museum restituisce un dipinto rubato dai nazisti alla famiglia del proprietario ebreo

    Il Fitzwilliam Museum dell’Università di Cambridge ha accettato di restituire un dipinto del XIX secolo dell’artista francese Gustave Courbet, depredato dai nazisti, ai discendenti del suo originale proprietario ebreo.  Il dipinto di Gustave Courbet venne rubato nell’appartamento parigino di Robert Bing nel 1941. Questo non è un atto isolato del museo nei confronti delle restituzioni delle opere naziste. Il Fitzwilliam Museum sta agendo infatti su larga scala, su consiglio di un gruppo di esperti nominati dal governo, per indagare a fondo sulle opere depredate durante la Seconda guerra mondiale dai nazisti.  Il museo ha sottolineato di aver “curato l’opera in modo da poter essere restituita agli eredi dei proprietari originali”.

     

    Per più di un anno,  “La Ronde Enfantine”, un paesaggio ad olio risalente al 1862 è rimasto nel deposito del museo. Martedì si è deciso di restituirlo agli eredi, in seguito alla loro richiesta. Le prove si sono rivelate valide e hanno condotto il quadro a Robert Bing, ebreo che divenne un vero eroe della resistenza francese durante la Seconda guerra mondiale. “Questo è un sequestro deliberato da parte delle autorità tedesche nei confronti di un cittadino ebreo francese. Nessun altro motivo per il sequestro diverso dall’ebraicità del signor Bing è apparso per spiegare questo sequestro”. Scrivevano i documenti del sequestro dell’opera.

     

    L’opera d’arte venne presa dell’appartamento parigino di Bing nel 1941, dopo che lui e sua madre erano fuggiti dalla città prima dell’arrivo delle truppe tedesche. La nonna materna aveva probabilmente acquistato la tela, dopo aver sposato un ricco banchiere e commerciante. L’opera d’arte in questione, venne conservata durante la guerra dal fondatore della Gestapo Hermann Goering, che accumulò una vasta collezione di opere d’arte rubate agli ebrei. Nel 1951, “La Ronde Enfantine” riemerse nell’inventario di un concessionario d’arte londinese e fu successivamente venduta all’allora decano di York, Eric Milner-White. Secondo un rapporto delle collezioni  l’opera d’arte venne poi donata al museo di Cambridge nello stesso anno. Bing, nel frattempo, rimase un membro attivo della Resistenza francese fino al 1944 ricevendo diversi importanti premi per il merito. Morì nel 1993 senza più rivedere il suo quadro, che oggi torna finalmente nelle mani dei suoi eredi.

     

    CONDIVIDI SU: