Skip to main content

Ultimo numero Marzo-Aprile 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Al Centro Shirat Hayam di Ostia si accendono i lumi di Chanukkà: “È un luogo di vita ebraica” – Intervista a Loretta Kajon

    Celebrazioni per Chanukkà anche al Centro Shirat Hayam di Ostia, a pochi chilometri da Roma. Sede dei centri estivi per bambini, di attività sociali, religiose e ricreative, al Centro Shirat Hayam si respira un’atmosfera familiare, specialmente durante le festività:

     

    “Essendo un luogo decentrato vengono qui le persone del posto e talvolta anche da Fiumicino- racconta Loretta Kajon, Presidente dell’Associazione Onlus ShiratHaYam – “Questa è la caratteristica di Shirat Hayam, perchè permette di condurre una vita ebraica a persone che non riuscirebbero ad andare a Roma, come gli anziani”.

     

    Durante la festa di Chanukkà al Centro si radunano grandi e piccoli, per festeggiare tutti insieme, tra banchetti, accensioni della Chanukkia, scambi di regali e tante attività. E’ una realtà locale, non sono mancate tuttavia le occasioni per celebrazioni congiunte con Roma:

     

    “Circa dieci anni fa abbiamo fatto un collegamento con una festa in Piazza: è stata una cosa molto carina, perché abbiamo acceso la Chanukkia contemporaneamente in Piazza, al Centro Shirat Hayam e alla Casa di Riposo. Eravamo insieme, nonostante la breve distanza”, racconta ancora Loretta.

     

    Quest’anno il Centro ha deciso di festeggiare organizzando un pranzo per grandi e piccoli: il loro grande spazio all’aperto, la vicinanza al mare e le attività per i partecipanti consentono di trascorrere una bella giornata di festa, in attesa di poter accendere tutti insieme la Chanukkia al calar del sole: “E’ un luogo familiare: ci sono persone che si vogliono bene e che si conoscono da tanti anni, nonostante le differenze di età- conclude Loretta-  “Con noi c’è Sami Modiano, con il suo carisma; lui e sua moglie Selma abitano qui vicino e partecipano attivamente alle iniziative. Non sono ospiti. Qui si sentono a casa loro”.

    CONDIVIDI SU: