Skip to main content

Ultimo numero Marzo-Aprile 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Episodi di antisemitismo durante il derby. Dureghello: "Possibile che tutti continuino a far finta di nulla?"

    Il derby di domenica tra Lazio e
    Roma si è macchiato dell’ennesimo episodio di antisemitismo negli stadi.
    Infatti, durante il match dell’Olimpico, parte della curva Nord ha intonato
    cori antisemiti e in tribuna un tifoso si è presentato con una maglietta della
    Lazio con la scritta ‘Hitlerson’ e il numero 88, di chiara matrice nazista. Due
    episodi che non sono passati inosservati dalla presidente della Comunità
    ebraica di Roma che ieri con un tweet ha espresso una dura condanna
    all’indifferenza su quanto accaduto.

    “Una curva intera che canta
    cori antisemiti, un ‘tifoso’ in tribuna con la maglia Hitlerson e il numero 88
    e noi, come sempre, gli unici a indignarci e a protestare. Possibile che tutti
    continuino a far finta di nulla?” scrive Dureghello. Non sono mancate le
    condanne da parte del mondo della politica, ma come ha spiegato il
    vicepresidente della Comunità ebraica Ruben Della Rocca a Shalom, non sono
    abbastanza. “Tutto quello che dovevamo fare, noi l’abbiamo fatto, adesso la
    palla passa alle istituzioni, sia calcistiche che della giustizia, che devono
    intervenire una volta per tutte” ha dichiarato Della Rocca, che ha sottolineato
    come ormai “il fenomeno è dilagato, bisogna passare dalle parole ai fatti”.
    “Come è possibile che nessuno faccia o dica nulla dopo aver visto la maglietta
    con ‘Hitlerson’? Il grande tema da affrontare è quello dell’indifferenza” ha
    aggiunto.

    Il prefetto Giuseppe Pecoraro,
    coordinatore nazionale per la lotta contro l’antisemitismo, ha affermato come
    “sono da condannare duramente i cori contro il mondo ebraico che si sono
    sentiti in questi giorni negli stadi. Sono da sanzionare fortemente e vanno
    identificati i responsabili. In caso contrario, è necessario un intervento
    anche sulle società per le quali questi fanno il tifo”. Il ministro
    dell’Interno Matteo Piantedosi, nella serata di ieri, ha chiamato il capo della
    polizia Lamberto Giannini ed il questore di Roma, Carmine Belfiore, per fare
    ogni sforzo possibile nell’individuare i responsabili dei comportamenti
    antisemiti durante il derby della Capitale. Mentre il senatore di Azione-Italia
    Viva Ivan Scalfarotto ha annunciato un’interrogazione al Viminale. Invece il
    ministro dello Sport Andrea Abodi ha promesso interventi rispondendo
    direttamente su Twitter alla presidente Dureghello. “Impossibile far finta di
    nulla – la sua replica su Twitter – Farò la mia parte, come sento il dovere di
    fare. Il rispetto è dovuto e non è negoziabile”.

    CONDIVIDI SU: