Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    ”La Passeggiata con il Rabbino Di Segni? Una lezione di vita”. Fiamma Satta parla di “A spasso con te” nel quartiere ebraico

    Oggi, 23 Gennaio, su Rai3 va in onda una puntata davvero speciale di  “A spasso con te” la rubrica di Fiamma Satta all’interno di GEO il programma pomeridiano di Rai Cultura, con la regia di Olivella Foresta. Protagonista della passeggiata Riccardo Di Segni, Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Roma. Un percorso commovente e ricco di emozioni che regala agli spettatori il racconto della secolare Comunità Ebraica romana. Il Rabbino Capo di Roma spinge la sedia a rotelle della giornalista in una passeggiata che diventa un vero e proprio viaggio nella storia e nelle tradizioni degli ebrei romani.

    Un percorso fatto di sofferenza e resilienza dalla quale traspare tutta la vitalità e la voglia di rinascita degli ebrei romani. Dall’accoglienza al Tempio maggiore, passando per il Museo ebraico il vero e proprio scrigno del patrimonio storico artistico della Comunità la passeggiata si conclude nelle vie strette dell’ex Ghetto di Roma luogo intriso di tradizione. “Essere accompagnata dal rabbino capo Riccardo Di Segni in luoghi tanto carichi di sofferenza ma ora così vibranti di vita, essere accolta da lui nel Tempio Maggiore, visitare con lui il Museo Ebraico ascoltando le sue spiegazioni sul significato dello Shabbat, sulla storia degli ebrei romani e sul loro repentino passaggio dalla massima integrazione allo sterminio è stato per me un onore assoluto e una indimenticabile lezione di vita” ha detto a Shalom Fiamma Satta.

     

    Via Reginella e il dramma della razzia del 16 ottobre 1943, il Portico D’Ottavia simbolo di una Comunità orgogliosamente romana da sempre, ma anche Via Catalana crocevia di una comunità ancora vibrante, sono i luoghi in cui si dipana questa passeggiata. Non manca la storia personale e famigliare, che il Rabbino Capo ha condiviso nel corso della passeggiata, ma anche le regole dell’ebraismo e in particolare il significato profondo dello Shabbat che unisce da sempre gli ebrei. I luoghi suggestivi e ricchi di storia fanno da sfondo ad un dialogo ricco di magia e capace di insegnare ad abbattere le barriere legate agli stereotipi in uno scambio culturale che tocca le corde dell’anima.

    CONDIVIDI SU: