Skip to main content

Ultimo numero Maggio-Giugno 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Museo Ebraico di Roma: esposta l’antica targa di Piazza Giudia

    Il 4 dicembre, presso il Museo Ebraico di Roma, è stata riconsegnata un’antica lapide di marmo bianco posta nella Piazza Giudìa nel 1508, che testimonia i lavori d’allargamento della “Via Rua” attuati in quel periodo per volere di Papa Giulio II. A causa degli sventramenti di fine 1800, la lapide era stata trasferita nei depositi comunali, dove è rimasta fino ad oggi, prima di essere concessa in comodato d’uso ed esposta nella sala del Museo Ebraico di Roma alla presenza dei vertici comunitari, della Presidente della Comunità Ebraica Ruth Dureghello, della Presidente della Fondazione Museo Ebraico di Roma, Alessandra Di Castro; della Sovrintendente Maria Vittoria Marini Clarelli; del vicedirettore del Museo di Roma, Sergio Guarino, e di Federica De Giambattista, la studiosa che ha riportato alla luce questo manufatto.

    Recita la targa:” […] Giacomo Alberini e Girolamo Pitti, per la ristrettezza della via che conduceva alla piazza dei giudei decisero, facendo regredire le case, di ampliarla, e gli stessi approvarono”.

    Dopo lo svelamento della targa, diversi sono stati gli interventi di carattere storico. La targa, infatti, non solo permette di immergerci in un piccolo angolo di storia romana, ma “rappresenta e testimonia la presenza ebraica a Roma nel 1500” come dichiarato dalla Presidente CER, Ruth Dureghello che ha poi concluso:” Questa Via Iudeorum che viene ampliata per volontà di Giulio II, è un’ulteriore testimonianza di una vitalità ebraica in un percorso temporale lunghissimo”.

    CONDIVIDI SU: