Skip to main content

Ultimo numero Marzo-Aprile 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Ospedale Israelitico. Un pranzo solidale a sostegno del personale sanitario che lotta contro il Coronavirus

    L’Ospedale Israelitico di Roma è al lavoro per sostenere il Sistema Sanitario Nazionale nella lotta al Coronavirus. Già da diversi giorni la sede di Via Fulda 14 è diventata un presidio COVID-19 per i pazienti che non necessitano di terapia intensiva. Il personale sanitario sta mettendo tutte le proprie energie in questa lotta per la vita, portando avanti un impegno gravoso con enormi sacrifici, come del resto stanno facendo tante altre strutture ospedaliere in Italia.

    Oggi per il personale del presidio COVID-19 dell’Ospedale Israelitico è stata organizzata una lieta sorpresa. I ragazzi della ditta Le Bon Ton Catering sono arrivati all’ingresso antistante la sede e hanno offerto a tutto il personale un piatto di pasta espresso. Un pranzo tenuto con le dovute distanze di sicurezza e in tempi rapidi per permettere a tutti di continuare l’assistenza in reparto, ma dal sapore unico di chi ha voluto allietare la fatica delle persone che ogni giorno devono fare la propria parte nella battaglia contro il Coronavirus.

    “Vorrei personalmente ringraziare Giovanni e Daniele Terracina di Le Bon Ton Catering , Dario Bascetta Greco e tutti i loro volontari che oggi sono venuti a offrirci questo pranzo speciale. Per chi vive da vicino la gestione dell’emergenza non è facile distrarsi dalla pressione. Sappiamo di avere il sostegno dei cittadini che confidano nel nostro lavoro, ma questi gesti regalano a tutti noi un po’ di forza in più per continuare a dare il massimo in questa fase di crisi”, ha detto il direttore sanitario Gabriella Ergasti.

    CONDIVIDI SU: