Skip to main content

Ultimo numero Marzo-Aprile 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Scoperte prove archeologiche di un terremoto citato nella Torah

    “Due anni prima del terremoto” questo è il primo versetto che troviamo nel libro di Amos, il profeta biblico dell’VIII secolo a.C. Due secoli dopo, il profeta Zaccaria fece nuovamente riferimento a questo terremoto distruttivo.

     

    Ora, per la prima volta, un team di archeologi della Israel Antiquities Authority nella città di David, a Gerusalemme, rivela di aver trovato prove concrete senza precedenti di questo terremoto dell’VIII secolo a.C. a Gerusalemme

     

    Il famoso terremoto, avvenuto in Israele circa 2.800 anni fa, compare sulla Torah. I ricercatori ritengono che per la prima volta sono stati in grado di identificare alcune testimonianze archeologiche che indicano che il terremoto ha colpito anche Gerusalemme – la capitale di Giuda.  Questi reperti archeologici saranno mostrati al pubblico alla conferenza “City of David Research” – la conferenza archeologica annuale dell’Istituto Megalim che si terrà all’inizio del prossimo mese.

     

    Gli scavi archeologici dell’Autorità per le antichità israeliane nel Parco nazionale della città di David, hanno rivelato uno strato distrutto, in cui sono stati rinvenuti: una fila di vasi in frantumi,  ciotole, lampade, utensili da cucina, e giare per la conservazione, che sono state frantumate quando le pareti dell’edificio sono crollate.  Secondo i ricercatori, poiché non sono stati trovati segni di incendio,il motivo del crollo dell’edificio è il terremoto avvenuto in Israele durante l’VIII secolo a.C., nel periodo del Regno di Giuda.

     

    “Quando abbiamo scavato la struttura e scoperto uno strato di distruzione dell’VIII secolo a.C., siamo rimasti molto sorpresi, perché sappiamo che Gerusalemme ha continuato ad esistere in successione fino alla distruzione babilonese, avvenuta circa 200 anni dopo. Ci siamo chiesti cosa potesse aver causato quel drammatico strato di distruzione che abbiamo scoperto. Esaminando i reperti degli scavi, abbiamo cercato di verificare se vi fosse un riferimento ad esso nel testo biblico. Il terremoto che compare nella Bibbia nei libri di Amos e Zaccaria, è avvenuto nel momento in cui, il complesso da noi scavato nella Città di David, è crollato. La combinazione dei reperti nel campo, insieme alla descrizione biblica, ci ha portato alla conclusione che il terremoto che colpì la Terra d’Israele durante il regno di Uzzia re di Giuda, colpì anche Gerusalemme”. Hanno detto alla stampa i Dr. Joe Uziel e Ortal Chalaf, direttori degli scavi per conto dell’Israel Antiquities Authority.

     

    Secondo i ricercatori: “Il terremoto che si è verificato a metà dell’VIII secolo a.C. è stato probabilmente uno dei terremoti più forti e dannosi dei tempi antichi.

    CONDIVIDI SU: